Previsioni Meteo Veneto: peggioramento nelle prossime ore, in arrivo rovesci e rinforzi di scirocco

Previsioni Meteo: il Veneto sarà interessato da frequenti precipitazioni specie sulle zone montane e pedemontane

MeteoWeb

In Veneto è previsto, tra venerdì 22 e il mattino di sabato 23, “tempo a tratti perturbato con precipitazioni estese, a tratti anche forti tra la serata di venerdì e il primo mattino di sabato, con locali rovesci specie su zone prealpine/pedemontane e rinforzi di Scirocco sulla costa. Quantitativi consistenti (30-60 mm circa) sulle zone centro-settentrionali, anche abbondanti (60-100 mm) su quelle montane e pedemontane. Limite della neve in media intorno ai 1000/1200 m sulle Dolomiti e a 1300/1600 m sulle Prealpi venerdì, in abbassamento nella mattinata di sabato“: questo l’avviso meteo diramato oggi da Arpa Veneto.
Per quanto riguarda invece l’evoluzione generale l’Agenzia ambientale precisa che “una saccatura di origine atlantica con associata aria umida in quota determinerà una circolazione ciclonica con condizioni di tempo a tratti perturbato fino a domenica. Il Veneto sarà interessato da frequenti precipitazioni specie sulle zone montane e pedemontane, in particolare dalla sera di venerdì fino a sabato mattina. Seguiranno condizioni di tempo ancora variabili domenica e fino a parte di lunedì; in seguito tempo via via più stabile e soleggiato, specie martedì, ma caratterizzate dall’ingresso di aria fredda che determinerà un generale calo termico con estese gelate anche in pianura“.

Oggi cielo generalmente coperto con probabilità nel complesso alta (75/100%) di precipitazioni inizialmente sparse poi gradualmente diffuse con fase di maggiore intensità dalla serata quando saranno più probabili rovesci con quantitativi consistenti soprattutto su Prealpi nord-orientali e zone adiacenti. Il limite della neve sarà intorno a 1300-1500 m sulle Prealpi e 1100-1200 m sulle Dolomiti, salvo risultare localmente a tratti un po’ più basso nelle valli più chiuse. Temperature in aumento. Venti in quota sud-occidentali da forti a tesi in attenuazione a fine giornata. Sulla costa venti di Scirocco in progressivo rinforzo fino a risultare tesi, a tratti forti in serata; nell’entroterra moderati/tesi dai quadranti orientali. Mare da mosso a molto mosso.

Domani cielo dapprima molto nuvoloso o coperto, poi irregolarmente nuvoloso con alcune schiarite. Nelle ore più fredde possibili locali riduzioni della visibilità.
Precipitazioni: Nella notte e fino al mattino probabilità alta (75-100%) di precipitazioni diffuse sulle zone montane, pedemontane e settentrionali della pianura, altrove fenomeni sparsi a tratti diffusi. Nel pomeriggio progressivo diradamento ed esaurimento delle precipitazioni a partire da ovest fino a risultare assenti entro fine giornata. Il limite della neve risulterà intorno ai 900/1100 m sulle Prealpi localmente più in basso nelle valli più chiuse in occasione di rovesci, sulle Dolomiti 800/1000 m localmente più in basso.
Temperature: In generale diminuzione con minime raggiunte in serata.
Venti: In quota fino al mattino di direzione variabile, a tratti con intensità moderata/tesa, poi venti sud-occidentali da moderati a localmente tesi specie sulle Prealpi. In pianura fino al primo mattino moderati dai quadranti occidentali nell’entroterra, tesi, a tratti forti, di Scirocco sulla costa; in seguito deboli di direzione variabile.
Mare: Da molto mosso a mosso.

Domenica 24 cielo da nuvoloso al mattino a irregolarmente nuvoloso nel pomeriggio con schiarite anche ampie e con maggiori addensamenti sulla pianura meridionale e sulla costa.
Precipitazioni: In pianura inizialmente generalmente assenti poi probabilità alta (75-100%) di fenomeni anche diffusi su costa e pianura meridionale, sulla pianura centrale probabilità minore di qualche sporadica precipitazione (probabilità medio-bassa 25-50%). Sulle zone montane generalmente assenti, non si esclude qualche sporadica debole precipitazione sui settori più orientali nel pomeriggio/sera (probabilità bassa 5-25%) con limite delle eventuali nevicate intorno ai 600/800m.
Temperature: In ulteriore calo, specie nei valori minimi che verranno raggiunti in serata. Gelate diffuse anche in pianura ad eccezione della costa dove i valori si manterranno superiori a zero.
Venti: In pianura deboli/moderati inizialmente dai quadranti orientali, in successiva rotazione dai quadranti occidentali. In quota in progressivo rinforzo dai quadranti settentrionali.
Mare: Da mosso a poco mosso a fine giornata.

Lunedì 25 fino al mattino residue condizioni di variabilità con nuvolosità irregolare, a tratti consistente, alternata schiarite; saranno possibili deboli precipitazioni sparse con qualche fiocco di neve anche pianura. In seguito generale miglioramento. Temperature in diminuzione con gelate diffuse anche in pianura. In pianura venti deboli/moderati di direzione variabile, in quota tesi dai quadranti settentrionali.

Martedì 26 tempo stabile e ben soleggiato con aria tersa ed ottima visibilità. Temperature minime senza notevoli variazioni con valori diffusamente sotto lo zero, massime in ripresa in pianura, senza notevoli variazioni sulle zone montane. Venti in quota dai quadranti settentrionali tesi, a tratti forti; possibili episodi di Foehn in qualche fondovalle e localmente sulle zone pedemontane.