Rivoluzione green nel mondo degli elettrodomestici: ecco come cambieranno le etichette energetiche

Cosa cambia dal 1° marzo 2021 e a cosa servono le etichette energetiche?

MeteoWeb

Rivoluzione nel mondo degli elettrodomestici: a partire dal 1° marzo 2021 entra in vigore la nuova etichettatura energetica, come stabilito delle nuove regole approvate dalla Commissione Europea.

Cosa cambia e a cosa servono le etichette energetiche?

Attualmente, le etichette energetiche classificano i prodotti venduti o prodotti in base al loro consumo energetico su una scala da A a G. Si va dalla classe A (verde), la più efficiente, alla classe G (rosso), quella a maggiore consumo. Inoltre, la classe A è suddivisa in 3 classi aggiuntive: A+, A++ e A+++.
Data la crescente efficienza energetica di numerosi prodotti, sono sempre di più gli elettrodomestici che ottengono la classificazione A+, A++ e A+++: ciò ha dimostrato di essere fonte di confusione per i consumatori, quindi queste classificazioni saranno gradualmente eliminate per i seguenti gruppi di prodotti:

  • frigoriferi
  • lavastoviglie
  • lavatrici
  • televisori
  • lampade

Il nuovo sistema di classificazione utilizzerà solo le lettera da A a G (senza A+, A++ e A+++).
La nuova etichettatura garantirà trasparenza sugli standard di efficienza più elevati, una maggiore attenzione alla sostenibilità e una semplificazione del sistema dalla lettura della classe di appartenenza del proprio elettrodomestico.

Per incentivare le aziende produttrici a migliorare l’efficienza energetica dei nuovi elettrodomestici e per posticipare il più possibile un nuovo aggiornamento delle etichette, la nuova classificazione prevede che nessun prodotto attualmente esistente rientri nella classe A, mentre sono pochissimi quelli che rientrano nella classe B.
La Cna del Veneto ovest ha spiegato che, secondo le nuove norme, un elettrodomestico (lavastoviglie, lavatrici, frigoriferi ma anche display elettronici, mentre per le lampade si attenderà il 1° settembre 2021) che attualmente rientra nella Classe A+++, dal 1° marzo 2021 rientrerà nella categoria C, pur mantenendo tutte le sue caratteristiche di efficienza energetica. E’ previsto un periodo di 2 settimane per la sostituzione delle vecchie etichette, salvo casi eccezionali (es. modelli di elettrodomestici non più in produzione).
Inoltre, sulle etichette energetiche sarà presente un codice QR, che fornirà ai consumatori informazioni aggiuntive.