Sars-Cov-2: in Germania licenziati sette infermieri che hanno rifiutato il vaccino

Hanno avuto un ultimatum di tre giorni per lasciare il proprio lavoro alcuni infermieri tedeschi che non hanno voluto sottoporsi al vaccino anti Covid

MeteoWeb

‘In uno dei land tedeschi più colpiti dal Covid-19, Sassonia-Anhalt, 7 infermieri di un servizio a domicilio (Pflegedienst) per anziani a Dessau sono stati licenziati perché si sono rifiutati di farsi vaccinare”. E’ quanto scritto su Twitter da Udo Gumpel, giornalista e corrispondente dall’Italia per l’emittente tedesca Ntv, che ha aggiunto: ‘‘ora sarà la giustizia a decidere’‘.

Ci è stato dato un ultimatum di tre giorni per oggi alle 12 e poco dopo quell’ora abbiamo ricevuto la lettera di licenziamento“, ha rivelato all’emittente Mdr Sassonia-Anhalt, un’operatore sanitario che insieme a sei colleghi ha perso il lavoro perché non volevano essere vaccinati contro Corona. Nel land non è prevista la vaccinazione obbligatoria contro il Coronavirus, e alcuni dei dipendenti che hanno perso il lavoro presso il servizio infermieristico di Dessau starebbero pensando di fare causa. Parlando all’emittente statale Mdr-SachsenAnhalt, gli infermieri hanno affermato di non essere contrari alla vaccinazione, ma solo di aver “bisogno di più tempo per pensarci“. Ma Rene Willmer, della direzione del servizio infermieristico, non riesce a capire l’esitazione dei suoi ex dipendenti: “Penso che tutti coloro che lavorano nell’assistenza infermieristica dovrebbero avere abbastanza buon senso da sapere che la vaccinazione è importante e che deve essere fatta“, ha detto a Mdr.