SARS-CoV-2, Macron irritato dalla lentezza delle vaccinazioni in Francia: “Non siamo all’altezza”

SARS-CoV-2: forte irritazione è stata espressa dal presidente Macron per la lentezza delle vaccinazioni in Francia, "le cose non vanno come dovrebbero"

MeteoWeb

Mentre in alcuni Paesi le vaccinazioni sono ormai avviate a un ritmo sostenuto (in Germania si è superato la soglia di 165mila), forte irritazione è stata espressa dal presidente della Repubblica Emmanuel Macron per la lentezza delle somministrazioni di siero contro SARS-CoV-2 in Francia che secondo alcuni dati si attestano attualmente sotto le 400 persone vaccinate.
Il settimanale francese il ‘Journal du Dimanche’ riferisce alcune considerazioni fatte da Macron, in privato, al suo entourage: “Siamo a un ritmo di passeggiata in famiglia. Non siamo all’altezza del momento né dei francesi“, avrebbe affermato il presidente. “Mi batto dalla mattina al mezzogiorno, dalla sera alla notte. E mi aspetto da parte di tutti lo stesso impegno. Invece le cose non vanno come dovrebbero e questo deve cambiare in fretta e rapidamente. Cambierà in fretta e rapidamente“. “La Francia può e deve vincere questa guerra. E la vincerà“.
Macron sarebbe irritato da tecnocrati e burocrazia: un membro del governo francese ha riferito anonimamente al “Journal du Dimanche” che nel corso dell’ultimo Consiglio di difesa sanitario “è stato capito che il presidente non era per niente soddisfatto. E’ stato molto chiaro sul fatto che voleva un’accelerazione delle vaccinazioni“.

SARS-CoV-2: salgono a 79.146 le persone vaccinate in Italia, Germania al top e Francia fanalino di coda

SARS-CoV-2, le vaccinazioni nel Mondo: oltre 72mila somministrazioni in Italia, negli USA sono 4,2 milioni