SARS-CoV-2, nuovo cambio di colori: Lopalco spiega perché “sarebbe stato meglio un bell’arancione omogeneo”

L'assessore Pierluigi Lopalco, ha commentato la decisione del Ministero della Salute di inserire la Puglia in fascia gialla

MeteoWeb

L’assessore alla Sanità della Regione Puglia, Pierluigi Lopalco, ha commentato, in un post su Facebook, la decisione del Ministero della Salute di inserire la Puglia in fascia gialla: “Oggi giallo rafforzato. Nel fine settimana arancione. Da lunedì giallo. Per tornare arancioni il prossimo fine settimana. Se io fossi il virus, guarderei il mio ospite umano esterrefatto. Magari anche un pizzico di rispettosa ammirazione per aver esercitato un tale sforzo artistico. Ma certamente esterrefatto“.
Se è vero che il colore di una regione debba variare al variare del rischio, prosegue l’epidemiologo, è “difficile ipotizzare che il rischio di contagio o di tenuta del sistema sanitario possa essere talmente altalenante“.

semaforo arancioneIn molte regioni italiane “il colore arancione ha funzionato in autunno. Coprifuoco, chiusura al pubblico di bar e ristoranti e limitazioni allo spostamento fra comuni ha sortito il positivo effetto di limitare i contatti sociali non essenziali.
Siamo in piena seconda ondata. Il virus circola in tutto il Paese più o meno con la stessa intensità.
Non sarebbe stato meglio fissare un bel colore arancione omogeneo in tutto il Paese senza tanti arzigogoli, almeno fino ad ottenere una stabilizzazione della fase discendente della curva epidemica in tutte le regioni?
Ai miei concittadini pugliesi faccio un appello: comportatevi come avete fatto quando eravamo in fascia arancione. Evitiamo di ridare forza al virus,” ha concluso Lopalco.

Coronavirus, firmata l’ordinanza: ecco le Regioni che saranno ‘zona arancione’