SARS-CoV-2: oltre 90 milioni di contagi nel Mondo, la Cina rafforza le misure di prevenzione e attende l’arrivo degli esperti OMS

Oltre 90 milioni di contagi da SARS-CoV-2 nel mondo dall'inizio della pandemia, di cui 49,9 milioni guariti

MeteoWeb

Ha superato quota 90 milioni il numero dei casi di contagio da SARS-CoV-2 registrati ufficialmente nel mondo dall’inizio della pandemia, di cui 49,9 milioni guariti: lo rende noto la Johns Hopkins University, che riporta anche 1,93 milioni di decessi totali legati al nuovo Coronavirus.
Il Paese più colpito al mondo in termini assoluti restano gli Stati Uniti, con 22,4 milioni di contagi e 374mila decessi. Seguono l’India e il Brasile.

La Cina ha registrato ieri 103 nuovi casi, riportando una crescita a 3 cifre per la prima volta in oltre 5 mesi. In base ai dati della Commissione sanitaria nazionale, 85 sono le infezioni trasmesse localmente, di cui 82 nella provincia di Hebei, alle porte di Pechino, dove sono state rafforzate le misure di prevenzione.
I media locali riportano che almeno 6 province e città – Pechino, Jiangsu, Zhejiang, Tianjin, Hubei e Hunan – hanno inviato team di medici per fronteggiare il focolaio nell’Hebei, riferito soprattutto a Shijiazhuang.
Pechino ha confermato che gli esperti dell’OMS arriveranno giovedì per indagare sulle origini della pandemia di Coronavirus.

Gli Stati Uniti hanno registrato 213.905 nuovi casi e 1.814 vittime nelle ultime 24 ore, secondo i dati forniti dalla JHU. Il bilancio complessivo della pandemia nel Paese è ora di 22.406.747 contagi e almeno 374.322 decessi. Quanto ai vaccini, sono state distribuite fino ad oggi 22.137.350 dosi: di queste, almeno 6.688.231 sono state già somministrate, secondo gli ECDC.

La Germania ha registrato 12.497 nuovi casi e altri 343 decessi a causa della pandemia, secondo i nuovi dati diffusi dall’Istituto Robert Koch. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono in totale 1.921.024 i contagi, con circa 1.545.500 persone guarite dopo aver contratto il virus, e 40.686 i decessi dopo che ieri è stata superata la soglia dei 40.000 dall’inizio della pandemia.