SARS-CoV-2 e vaccini, troppi obiettori in Alto Adige: somministrazioni anticipate agli over 80

Visto che non c'è abbastanza personale sanitario e quello nelle Rsa disposto a farsi vaccinare, l'Alto Adige ha deciso di passare subito alla vaccinazione di altre categorie

MeteoWeb

La Provincia di Bolzano attualmente e’ fanalino di coda nella somministrazione dei vaccini contro SARS-CoV-2 e, considerata la bassa affluenza tra il personale sanitario e quello nelle Rsa, ha deciso di passare subito alla vaccinazione di altre categorie. In particolare, l’Alto Adige inizia da subito con la vaccinazione degli over 80 e di altre categorie a rischio, secondo quanto annunciato dall’assessore alla sanita’ Thomas Widmann.

Secondo Widmann, visto che non c’e’ abbastanza personale disposto a farsi vaccinare, in accordo con Roma, vengono anticipati gli over 80. L’obbiettivo e’ vaccinare entro la settimana il 60% delle dosi consegnate.