SARS-CoV-2, zona super rossa a Messina? Il sindaco De Luca: “Ritiro l’ordinanza perché minacciato”

Le ulteriori restrizioni alla zona rossa avrebbero scatenato polemiche, minacce e insulti nei confronti del sindaco di Messina, che ha revocato l'ordinanza

MeteoWeb

Da venerdì 15 gennaio, a Messina sarebbero scattate le misure restrittive per una zona super rossa al fine di contrastare l’epidemia da SARS-CoV-2. Il sindaco Cateno De Luca aveva già firmato un’ordinanza, che però oggi ha revocato. De Luca ha detto di aver ricevuto minacce formulate pubblicamente” al suo indirizzo, che ha provveduto a denunciare all’autorita’ giudiziaria e che lo hanno portato a revocare l’ordinanza restrittiva “a tutela dell’ordine pubblico“, come scrive nel provvedimento di revoca.

Le ulteriori restrizioni alla zona rossa avrebbero scatenato polemiche, minacce e insulti nei confronti del primo cittadino e della sua famiglia. De Luca spiega che “l’amministrazione comunale non e’ stata posta nelle condizioni, nonostante gli impegni assunti dall’Asp di Messina e dal commissario territoriale Covid, di avere una precisa cognizione dell’andamento del contagio ne’ dell’andamento dell’emergenza sanitaria in citta‘”.