Terremoto in Indonesia: si aggrava il bilancio delle vittime, migliaia di sfollati e centinaia di feriti

Un violento terremoto ha colpito l'isola indonesiana di Sulawesi: si continua a scavare tra le macerie nella speranza di trovare sopravvissuti

MeteoWeb

Continua ad aggravarsi il bilancio del violento terremoto che venerdì scorso ha colpito l’isola indonesiana di Sulawesi: le autorità hanno confermato 56 vittime, mentre si continua a scavare tra le macerie nella speranza di trovare sopravvissuti.
Il terremoto magnitudo 6.2 ha provocato centinaia di feriti e lasciato migliaia di persone senza casa, scatenando il panico tra gli abitanti dell’isola, già devastata nel 2018 da un violento terremoto seguito da un devastante tsunami che ha provocato oltre 4mila morti.
Numerose vittime sono state estratte dalle macerie di edifici crollati a Mamuju, la capitale della provincia, mentre altre sono state trovate più a sud, dove sabato mattina è stata avvertita una forte replica.
La Marina ha inviato una nave medica per integrare gli ospedali ancora funzionanti, sopraffatti dall’afflusso di feriti.

L’agenzia per la gestione dei disastri ha avvertito del pericolo di forti repliche e persino del fatto che una di queste possa innescare uno tsunami.
Il terremoto di venerdì ha sorpreso gli abitanti addormentati e ha provocato ingenti danni in una decina di località. I soccorsi sono riusciti a ripristinare l’energia e le comunicazioni in una parte della regione (North Sulawesi e South Kalimantan) e a ripulire le strade bloccate dalle frane, ma le forti piogge rendono molto complicato il lavoro delle squadre di emergenza.