Zanzare geneticamente modificate contro la Zika: “insetti suicidi” salveranno la popolazione senza alterare la catena alimentare

Creati insetti "suicidi", modificati per produrre prole e in grado di morire prima dell'età adulta, così da non poter mordere gli esseri umani e diffondere malattie

MeteoWeb

Non esiste un vaccino per il virus Zika ampiamente disponibile e spruzzare insetticidi e’ diventato inefficace poiche’ le zanzare possono sviluppare resistenza, quindi stiamo semplicemente cercando di fornire una soluzione modificando geneticamente le zanzare in modo che diventino resistenti allo Zika mantenendole in vita allo stesso tempo”. Così Alexander Franz, uno dei ricercatori che ha condotto un nuovo studio dell’Universita’ del Missouri, ha spiegato il lavoro che ha portato a modificare geneticamente le zanzare per renderle completamente resistenti a Zika, un virus che viene trasmesso dalle punture delle zanzare femmina.

Piu’ di 750 milioni di zanzare geneticamente modificate saranno rilasciate quest’anno e fino al 2022, nell’area delle Florida Keys (Usa). Si tratta di insetti “suicidi“, modificati per produrre prole e in grado di morire prima dell’eta’ adulta, cosi’ da non poter mordere gli esseri umani e diffondere malattie. Cio’, pero’, puo’ creare danni alla catena alimentare, ed e’ proprio er questo che è stato condotto il nuovo studio. Grazie a una collaborazione con la Colorado State University, è stata utilizzata una tecnologia di editing genetico per produrre insetti che non replicano il virus Zika e non possono infettare un essere umano attraverso un morso. “Abbiamo manipolato geneticamente queste zanzare, inserendo un gene artificiale nel loro genoma che innesca una delle vie immunitarie nell’intestino medio per riconoscere e distruggere il genoma dell’Rna del virus Zika. Sviluppando queste zanzare resistenti al virus, il ciclo della malattia viene interrotto in modo che la trasmissione all’uomo non possa piu’ avvenire”, ha spiegato Franz.