Etna, attività stromboliana e sporadiche esplosioni nella notte: fenomeni cessati all’alba [FOTO e VIDEO]

Sporadiche esplosioni dal cratere Voragine e una continua attività stromboliana dal cratere Sud-Est hanno caratterizzato tutta la notte sull'Etna

  • Foto di Emilie Nef Naf
    Foto di Emilie Nef Naf
  • Foto di Emilie Nef Naf
    Foto di Emilie Nef Naf
  • Foto di Emilie Nef Naf
    Foto di Emilie Nef Naf
  • Foto di Emilie Nef Naf
    Foto di Emilie Nef Naf
  • Foto MeteoWeb  / Salvatore Dato
    Foto MeteoWeb / Salvatore Dato
  • Foto MeteoWeb  / Salvatore Dato
    Foto MeteoWeb / Salvatore Dato
  • Foto MeteoWeb  / Salvatore Dato
    Foto MeteoWeb / Salvatore Dato
  • Foto MeteoWeb / Salvatore Dato
    Foto MeteoWeb / Salvatore Dato
  • Foto di Martina Caggegi
    Foto di Martina Caggegi
  • Foto di Martina Caggegi
    Foto di Martina Caggegi
  • Foto di Martina Caggegi
    Foto di Martina Caggegi
  • Foto di Martina Caggegi
    Foto di Martina Caggegi
  • Foto di Nino Gullotto
    Foto di Nino Gullotto
  • Foto di Martina Caggegi
    Foto di Martina Caggegi
  • Foto di Martina Caggegi
    Foto di Martina Caggegi
  • Foto di Martina Caggegi
    Foto di Martina Caggegi
/
MeteoWeb

Una continua attivita’ stromboliana e’ stata registrata tra la notte scorsa e all’alba dalla bocca orientale del Cratere di Sud-Est dell’Etna. Il fenomeno e’ quasi completamente cessato alle 07:15. E’ quanto emerso dal monitoraggio dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia-Osservatorio etneo di Catania che ha rilevato anche sporadiche esplosioni dal cratere Voragine, in particolare alle 04:20, alle 04:35 e alle 04:44.

Dalle 20 circa di ieri sera l’ampiezza media del tremore vulcanico si e’ stabilizzata all’interno dell’intervallo dei valori medi, accennando tra le 4 e le 5 di oggi ad un lieve incremento. Successivamente, il parametro ha mostrato un graduale decremento con il quale ha quasi raggiunto da circa due ore valori quasi al passaggio con il livello basso. La localizzazione del tremore vulcanico sta interessando l’area dei crateri sommitali, risentendo delle varie sorgenti che si ‘accendono’ al di sotto di ogni singolo cratere attivo, nell’intervallo di profondita’ compreso tra i 2.500 e 2.800 metri. Durante la fase di leggero incremento dell’ampiezza del tremore la sorgente del tremore era principalmente localizzata al di sotto del Cratere di Sud-Est.

Relativamente ai segnali infrasonici, dopo la bassa attivita’ che ha caratterizzato le ore immediatamente successive all’episodio di fontana di lava di ieri, nella tarda serata si e’ registrata una ripresa dell’attivita’ esplosiva, che dalle prime ore di oggi e’ diventata ancora piu’ intensa, con un elevato tasso di accadimento e di energia dei transienti fino alle 7 circa. Successivamente, fino al momento attuale, l’attivita’ infrasonica e’ in decremento. I dati di deformazione delle reti Gps e clinometrica non mostrano variazioni significative.

Etna, è un inferno di fuoco!!! Eruzione violentissima, le immagini in diretta [VIDEO]

Etna, violentissima eruzione nel pomeriggio: enorme nube di cenere provocata dal parossismo [VIDEO]

Etna, l’eruzione in diretta: immagini da brividi [VIDEO]

Etna, l’eruzione vista dalla costa jonica: immagini spettacolari e affascinanti [VIDEO]

Etna, violenta esplosione dal cratere di sud/est: enorme nube di cenere, l’eruzione in diretta [VIDEO]

Etna, le spettacolari immagini dell’eruzione al tramonto [VIDEO]

Spettacolare eruzione dell’Etna, il cielo si infiamma di colori [VIDEO]

Imponente fontana di lava, il momento clou dell’eruzione dell’Etna visto da Giarre [VIDEO]