Gli eventi di astronomia più importanti del mese di marzo: da un’imperdibile congiunzione alla “Luna Piena del Verme”

Con l'arrivo della primavera, le notti saranno meno fredde e porteranno condizioni più favorevoli alle osservazioni celesti: gli eventi di astronomia più importanti di marzo

Marzo segna un cambiamento nelle condizioni meteorologiche con il passaggio dall’inverno alla primavera e, con il cambio stagioni, la durata delle notti sarà presto più breve di quella del giorno, limitando il tempo da passare sotto le stelle, ad osservare le meraviglie del cielo. Poiché le notti diventeranno più brevi, le temperature aumenteranno lentamente, portando condizioni più favorevoli per gli appassionati di osservazioni celesti rispetto alle lunghe e fredde notti dell’inverno. Con la primavera astronomica appena dietro l’angolo, il tempo stinge per osservare alcune delle costellazioni tipiche dell’inverno prima che spariscano temporaneamente dal cielo notturno. Oggetti come le Pleiadi, la costellazione di Orione e Sirio, la stella più luminosa del cielo, lasceranno presto il cielo e non saranno visibili fino all’autunno.

Ecco i 3 eventi di astronomia più importanti del mese di marzo.

1. Congiunzione Giove-Mercurio: 5 marzo

Credits: NASA, ESA, STScI, A. Simon (Goddard Space Flight Center), M.H. Wong (University of California, Berkeley), and the OPAL team

Il pianeta più grande e quello più piccolo del sistema solare appariranno fianco a fianco nel cielo mattutino durante i primi giorni di marzo, in un evento astronomico noto come congiunzione. Circa un’ora prima dell’alba del 5 marzo, Mercurio e Giove appariranno estremamente vicini nel cielo sudorientale. Giove sarà il più luminoso dei due e Mercurio sarà molto più tenue alla sua sinistra. Questa sarà una buona opportunità per osservare Mercurio, il pianeta più difficile da individuare.

Se le condizioni meteo saranno nuvolose la mattina di venerdì 5 febbraio, gli osservatori possono guardare il cielo sudorientale nel corso del weekend per vedere i due pianeti e anche Saturno, prima dell’alba. Tuttavia, Mercurio e Giove non saranno così vicini l’uno all’altro come saranno il 5 marzo. Giove e Mercurio non appariranno così vicini fino al 21 marzo 2022.

2. Equinozio di Primavera: 20 marzo

Alle 10:37 di sabato 20 marzo, l’emisfero settentrionale passerà ufficialmente dall’inverno alla primavera con l’Equinozio di Primavera. Nello stesso momento, l’emisfero meridionale passerà dall’estate all’autunno. Nel giorno dell’equinozio, i raggi del sole sono diretti sull’Equatore, producendo quasi 12 ore di luce e 12 ore di buio in tutto il globo.  Uno dei fatti sorprendenti di questo evento astronomico è che porta le albe e i tramonti più veloci di tutto l’anno, in entrambi gli emisferi.

I giorni continueranno ad allungarsi nell’emisfero nord fino al 20 giugno, la data del solstizio che segna l’inizio dell’estate. Nel frattempo, a sud dell’Equatore ci saranno le notti più lunghe dell’anno, poiché il solstizio di giugno segna l’inizio dell’inverno astronomico.

3. Luna Piena del Verme: 28 marzo

Il mese di marzo si concluderà con una luna piena. L’ultimo weekend del mese porterà la “Luna Piena del Verme”. Si ritiene che questo nome derivi dai vermi che emergono dal suolo che si riscalda in primavera. La luna piena del mese di marzo ha anche altri nomi basati sul meteo, come “Luna del Vento” e “Luna della Crosta di Neve”. La luna sorgerà nella notte di domenica 28 marzo e splenderà per tutta la notte al centro della costellazione della Vergine.