Frana al cimitero di Camogli, recuperate 20 salme dal mare: domenica entra in azione Comsubin [FOTO]

Con le 8 salme ripescate oggi, sale a 20 il numero di feretri recuperati nel mare di Camogli dopo la frana che ha travolto il cimitero

  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
/
MeteoWeb

Oggi i vigili del fuoco hanno ripescato in mare 8 salme e 4 ossari e sale, così, a 20 il numero di salme recuperate nel mare di Camogli dove cinque giorni fa e’ crollata la falesia sulla quale poggiava un’ala del cimitero con oltre 200 bare (vedi foto della gallery scorrevole in alto). Nel conteggio sono esclusi i due corpi rinvenuti ieri nel genovese mentre quello del savonese non ha al momento riscontri. “Domenica – ha spiegato l’assessore regionale alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone durante il quotidiano aggiornamento tra Regione Liguria, comune di Camogli, tecnici e soccorritori – il Comsubin della Marina ispezionera’ tutto lo specchio acqueo”.

“Stiamo terminando le operazioni di messa in sicurezza da terra – ha detto Giampedrone – abbiamo posizionato i sensori, stiamo procedendo alla demolizione del materiale ancora appeso alla falesia e al disgaggio di parti di frana che vanno sistemate per dare un’area sicura agli operatori. Da domenica invece entriamo nel vivo della fase di recupero a mare. Contestualmente il Comsubin iniziera’ le operazioni sommerse per il recupero di tutto cio’ che e’ recuperabile. Seguira’ poi un’altra fase a mare con il supporto di un pontone, con mezzi meccanici e con i vigili del fuoco”. Dal mare operera’ il Comando Raggruppamento Subacquei e Incursori “Teseo Tesei” (Comsubin) in collaborazione con i Vigili del Fuoco.