Preoccupa la salute di Sergio Mattarella: il malore di martedì e l’assenza di oggi. Le FOTO dell’ultimo evento in pubblico

Il malore di Sergio Mattarella di martedì e l'assenza di stamattina: preoccupazione per le condizioni di salute del Capo dello Stato, che dovrebbe avere una labirintite

  • Foto Ansa
    Foto Ansa
  • Foto Ansa
    Foto Ansa
  • Foto Ansa
    Foto Ansa
  • Foto Ansa
    Foto Ansa
  • Foto Ansa
    Foto Ansa
/
MeteoWeb

Come sta Sergio Mattarella? Preoccupano le condizioni di salute del Presidente della Repubblica che stamattina non è potuto andare alla Basilica Santa Maria degli Angeli e Martiri a Roma per omaggiare, in rappresentanza dello Stato, l’ambasciatore italiano in Congo Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci uccisi dai miliziani africani il 22 febbraio. L’assenza del Presidente Mattarella – che a luglio compirà 80 anni – è stata spiegata con generiche motivazioni di salute, “un’indisposizione” hanno fatto sapere dal Quirinale. Già ieri sera era emerso che ai funerali di stamattina, in rappresentanza di Mattarella, ci sarebbe stato il presidente del Senato Elisabetta Casellati, la seconda carica dello Stato che sostituisce il Presidente della Repubblica in caso di necessità.

Ma oltre l’indisposizione di stamattina, Mattarella stava male già martedì quando non è potuto andare all’Aeroporto di Ciampino all’arrivo delle salme, dove invece c’erano il premier Mario Draghi e i ministri della Difesa e degli Esteri Guerini e Di Maio. In quell’occasione, dal Quirinale avevano spiegato che il Capo dello Stato aveva avuto “un lieve malore” facendo riferimento a un “disturbo vestibolare“. “Il Presidente Mattarella è impossibilitato a muoversi per una labirintite“, hanno battuto le più autorevoli agenzie di stampa citando l’ufficio stampa del Quirinale.

L’ultima presenza pubblica di Sergio Mattarella risale alla scorsa settimana quando, Venerdì 19 Febbraio, ha partecipato all’inaugurazione dell’Anno Giudiziario della Corte dei Conti, vedi foto nella gallery scorrevole a corredo dell’articolo.

Che cos’è la labirintite, la malattia che affligge il Presidente Mattarella

La labirintite è una malattia dell’orecchio; più precisamente un’infiammazione acuta o cronica del labirinto e dei suoi canali semicircolari.

SINTOMI: Tra i sintomi: vertigini, vomito e nausea, rumori all’orecchio, movimenti incondizionati dll’orecchio, difficoltà a deglutire, sordità. A questi sintomi fisici, si aggiungon quelli psichici: attacchi di panico, ansia, depressione, distorta percezione dl mondo esterno.
CAUSE:
Tra le cause della labirintite: virus (es. pneumovirus, virus dell’influenza, cytomegalovirus, virus del morbillo, della varicella ecc); batteri (escherichia coli, neisseria meningitidis, streptococcus pneumoniae ecc). Vari i fattori di rischio, tra cui: diabete, emicrania, episodi di calo dell’udito, trauma della zona cervicale, ipertensione.

DIAGNOSI: La diagnosi si basa sull’anamnesi oltre che sull’esecuzione di Tac o risonanza magnetica (per visualizzare i tessuti molli all’interno dell’orecchio e valutare le condizioni del labirinto); esame audiometrico (per valutare l’eventuale perdita della capacità d’ascolto); esame audiovestibolare (per valutare la reazione del labirinto se sottoposto a condizioni di stress).

CURA: La terapia si basa sull’assunzione di farmaci anticolinergici, antistaminici, ansiolitici, antidepressivi, corticosteroidi, antivirali, antibiotici e, nei casi più gravi, nell’esecuzione di interventi chirurgici a carico di testa e/o orecchio coinvolti nell’insorgenza della labirintite. D’aiuto la riabilitazione vestibolare. Tra i rimedi fitoterapici: gingko biloba, ribes nigrum, salice e pilosella. Evitate il consumo di alcol, caffè e tè, adottando un’alimentazione ricca di antiossidanti naturali (es. frutta e verdura).