Morte apparente in ospedale: paziente Covid “resuscita” nel Siracusano

Elettrocardiogramma piatto, assenza del battito del polso e del respiro, poi si "risveglia": caso di morte apparente nel Siracusano

MeteoWeb

Un caso di morte apparente si è verificato nel Siracusano, all’ospedale Trigona di Noto: una donna che aveva contratto il Covid e aveva un quadro clinico complicato a causa di malattie pregresse, ha perso i sensi. Inutili i tentativi di rianimare la 73enne da parte dei sanitari che hanno riscontrato l’assenza del battito del polso e del respiro. Anche l’elettrocardiogramma era assolutamente piatto.
Il medico ha quindi avvisato i parenti del decesso della donna, che però si è “risvegliata”.

La procedura ospedaliera prevede che in caso di morte il paziente resti in osservazione per 2 ore, e quindi venga ripetuto l’elettrocardiogramma per 20 minuti: i sanitari, tornando nella stanza, hanno notato immediatamente che la donna aveva ripreso colorito, il corpo era caldo e tutti i valori erano nella norma.