Astor Piazzolla: chi è e perché oggi Google lo omaggia con un Doodle

Un Doodle di Google per Astor Piazzolla: chi è e perché oggi, 11 marzo 2021, il motore di ricerca lo celebra in home page

MeteoWeb

Il Doodle di Google di oggi, illustrato dall’artista José Saccone, celebra il compositore argentino e virtuoso suonatore di bandoneón Astor Piazzolla, che ha rivoluzionato il tango tradizionale per creare un genere ibrido noto come “nuevo tango“.
Astor Piazzolla è nato a Mar del Plata, in Argentina, l’11 marzo 1921, e si è trasferito con la sua famiglia a New York City in giovane età. Quando suo padre gli comprò un bandoneón, uno strumento argentino simile a una fisarmonica, essenziale per il tango, divenne presto un bambino prodigio, tanto che scrisse il suo primo tango a 11 anni.
Nel 1937 tornò in Argentina, dove il tango tradizionale regnava ancora sovrano. Una tornato in terra natia, Piazzolla rinunciò al tango per studiare musica classica e diventare un compositore classico modernista. Andò a Parigi con una borsa di studio per apprendista dell’eminente compositrice francese Nadia Boulanger, che lo preparò per il suo ritorno a casa, nel 1955. Tornato in Argentina, applicò anni di studi classici al suono del tango e formò la sua band “Octeto Buenos Aires”. Coniato come il “nuevo tango”, il nuovo approccio di Piazzolla incorporò elementi di musica jazz e classica con nuovi strumenti, cambiando il tempo, il suono e la tradizione della danza.
Nel corso della sua vita, si stima che Piazzolla abbia scritto circa 3.000 composizioni originali e ne abbia registrate altre 500. In onore del suo centesimo compleanno, la Fondazione Astor Piazzolla ha recentemente annunciato il concorso Piazzolla Music per solisti e gruppi.