Etna in attività: degassamento ed emissione di cenere verso Sud Ovest

Un elicottero della Guardia Costiera di Catania con a bordo personale dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha sorvolato questa mattina l'Etna

MeteoWeb

Un sorvolo stamane dell’Etna da parte di un elicottero della Guardia Costiera di Catania con a bordo personale dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha permesso di eseguire riprese visibili e termiche dei crateri sommitali evidenziando un’attività di degassamento associata a emissioni di cenere che vengono disperse in area sommitale e in direzione Sud Ovest. A comunicarlo è la Guardia Costiera di Catania, aggiungendo che la cooperazione tra Nucleo Aereo ed INGV-Osservatorio Etneoè frutto di un protocollo d’intesa stipulato a livello nazionale tra il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile e l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia”. “Nell’ambito del protocollo d’intesa e grazie alle sinergie tra i due Enti – sottolinea una nota – le missioni concordate coniugano le esigenze di monitoraggio e registrazione dei dati da parte dell’Ingv con le tipiche attività di vigilanza e controllo espletate dal Reparto di Volo Etneo. Le attività di monitoraggio, fondamentali per la salvaguardia delle popolazioni che popolano le aree etnee attraverso il costante aggiornamento sulle attività del vulcano, continueranno anche nei prossimi mesi”.