Festa della Donna: 5 storie ESA da cui trarre ispirazione

Festa della Donna: l'Agenzia Spaziale Europea ha voluto condividere 5 storie da cui trarre ispirazione

MeteoWeb

In occasione della Festa della Donna, l’Agenzia Spaziale Europea ha voluto condividere 5 storie da cui trarre ispirazione, di cinque donne che ricoprono ruoli chiave all’interno dell’ESA.

Ilaria Roma, Capo della sezione Sistemi e Concurrent Engineering ESA–  Da bambina, Ilaria Roma era affascinata dal cielo stellato del suo paese natale in Italia, Ceccano. Oggi ne pianifica l’esplorazione: sviluppa e dirige studi di fattibilità che spesso si trasformano in effettive missioni, come per esempio la progettazione iniziale di missioni con rover su Marte per l’Agenzia Spaziale Europea.

Nityaporn Sirikan, Ingegnera ESA del Test User Receiver di Galileo – All’Agenzia Spaziale Europea (ESA), Nityaporn Sirikan e la sua squadra sviluppano e collaudano servizi per i sistemi di navigazione satellitari. Parallelamente, il suo percorso personale è una vera e propria avventura che attraversa cinque continenti.

Elsa Montagnon, Capo Unità delle Operazione della missione BepiColombo ESA – È responsabile di quella che, ad oggi, possiamo definire una delle missioni più audaci mai realizzate dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Elsa Montagnon è “Spacecraft Operations Manager” (Responsabile operativa delle navicelle) e pilata la sonda BepiColombo in viaggio verso Mercurio. Lo spazio le ha insegnato la pazienza e la perseveranza: per lei il fallimento non è un’opzione.

Lucía Linares, Responsabile ESA di Strategia e Lanci Istituzionali – Quando qualcuno pensa alle organizzazioni spaziali, naturalmente si focalizza su razzi, astronauti e high-tech. Tuttavia, a monte di tutti questi elementi tipici ci sono soprattutto grandi squadre, che rendono possibili i viaggi nello spazio. Fra le persone che lavorano per l’Europa al lancio di razzi – il punto di partenza di tutte le imprese spaziali – c’è Lucía Linares.

Elodie Viau, Direttrice Telecomunicazioni e Applicazioni Integrate ESA – Il 5G non è ancora stato completamente distribuito in Europa. Tuttavia, Elodie Viau sta già lavorando al prossimo grande progetto dell’Agenzia Spaziale Europea: il 6G. È Direttrice delle Telecomunicazioni e Applicazioni Integrate dell’Agenzia. Tutti noi beneficiamo del ruolo di direzione svolto da lei ogni giorno: durante le nostre telefonate, videochiamate in ufficio, o quando navighiamo su Internet in treno. È una donna che ama connettere fra loro le persone – e di ampie vedute.
La Direttrice confessa che alcuni dei decisori dell’industria e della politica con cui si incontra, al primo approccio, si mostrano un po’ confusi quando vedono arrivare dinanzi a loro una giovane donna. Eppure, riesce sempre a convincerli in fretta: “Dopo tutto, né l’età né il genere sono decisivi. Si tratta di come affronti i problemi e quali soluzioni trovi. E le persone ascoltano quando hai qualcosa da dire. Il successo è sempre vario – per età, cultura e genere – e questo si riflette anche nella cultura di ESA. Di certo non mi considero una minoranza solo perché sono una donna. Non ci penso nemmeno: io agisco e basta“.