Forte terremoto in Grecia: crolli e danni, migliaia di persone abbandonano le case [FOTO]

Violenta scossa di terremoto in Grecia: migliaia di persone si sono riversate in strada, al momento non si hanno notizie di vittime

/
MeteoWeb

Una forte scossa terremoto magnitudo 6.3 è stata registrata oggi in Grecia, vicino a Tirnavos, a nord di Atene e di Larissa: l’epicentro del sisma è stato individuato a 10 km a nordovest di Tirnavos, una cittadina a circa 360 km a nord della capitale e una ventina di km a nord di Larissa. Al momento non si hanno notizie di vittime.
Migliaia di persone si sono riversate in strada a Larissa e Trikala, i due maggiori centri della Tessaglia (Grecia centrale) dopo la forte scossa, avvertita anche ad Atene e nel nord del Paese.
Secondo il sito in.gr, una persona sarebbe rimasta intrappolata sotto le macerie nella località di Mesochori.
Secondo Efthymios Lekkas, professore di geodinamica all’Università Kapodistrias di Atene, l’area interessata “è ad altissimo rischio sismico. Stiamo monitorando il fenomeno e non possiamo ancora dire se sia il terremoto principale“, ha precisato , citato da in.gr.

Il terremoto ha interessato una zona che non è tra le più sismiche del Paese, rispetto ad esempio al Peloponneso o all’arco ellenico, secondo il sismologo Alessandro Amato, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). E’ stato un evento “superficiale, visto che è avvenuto a 10 km di profondità, per estensione della crosta, ci sono state diverse repliche di magnitudo 5,” ha spiegato l’esperto all’ANSA. Secondo le prime analisi il sisma è stato generato all’interno di un sistema di faglie orientato da Nord-Ovest a Sud-Est e che prosegue nell’Egeo, caratterizzato da un movimento di tipo estensivo, ha precisato Amato. “Poiché la zona dell’epicentro si trova a una quarantina di km dalla costa, dunque non molto lontano dal mare, il nostro centro di allerta tsunami – ha concluso Amato – ha diramato un messaggio di informazione per le autorità e la Protezione civile 8 minuti dopo il sisma, come si fa sempre per questo tipo di terremoti“.

mappa ingv terremoto grecia
Epicentro del terremoto del 3 marzo 2021 (M 6.3, stella), con le isolinee di scuotimento e la sismicità precedente; il colore giallo indica il VII grado della scala MM (Modified Mercalli) – fonte: USGS

Il terremoto – spiegano gli esperti INGV – è avvenuto in una zona del Mediterraneo sismicamente molto attiva, anche se la Tessaglia non è la regione più sismica della Grecia.  Il meccanismo focale  del terremoto rivela la presenza di una faglia normale (o diretta) a testimonianza del processo di estensione in senso NE-SO cui è sottoposta la crosta in questa regione. Secondo il Database delle faglie attive (The European Database of Seismogenic Faults) potrebbe trattarsi della c.d. North Tyrnavos Basin Fault, una faglia normale immergente a SO a cui è attribuita una magnitudo massima pari a 6.2, compatibile con il terremoto odierno.