Frana al cimitero di Camogli: proseguono le operazioni di ricerca e recupero, “due tipologie di scenario”

Camogli: proseguono le operazioni di ricerca e recupero dei feretri rimasti intrappolati nelle macerie al piede della frana

  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
  • Foto di Giuseppe Risso / Ansa
    Foto di Giuseppe Risso / Ansa
/
MeteoWeb

In corso anche oggi a Camogli le operazioni di ricerca e recupero da parte di Vigili del Fuoco e Marina Militare dei feretri rimasti intrappolati nelle macerie al piede della frana che ha interessato il cimitero il 22 febbraio scorso.
Il teatro delle operazioni presenta molteplici difficoltà in ordine alle attività a farsi, considerando che il materiale franato è stato stimato in oltre i 5000 metri cubi,” ha spiegato Francesco Filippone del Comando dei Vigili del Fuoco di Genova. “Si sono individuati due tipologie di scenario di ricerca differenti: il primo sommerso, ove opererà il personale della Marina Militare, e uno emerso, costituente il piede di frana, ove opererà il personale dei Vigili del Fuoco“.
L’impegno dei Vigili del Fuoco prevede 12 unità tra personale operativo, specialista nautico, NBCR (contro il rischio biologico), Sapr (droni) e funzionari.