Previsioni Meteo, confermato il forte maltempo di Pasqua: importanti novità anche per Pasquetta

Previsioni meteo: cederà l'alta pressione per le festività di Pasqua un possibile circolazione più umida e instabile di matrice occidentale, ma non è escluso anche un innesto di correnti più fresche da nordest. Gli ultimi aggiornamenti

MeteoWeb

Il regime anticiclonico, come oramai accennato da diversi giorni, subirà una crisi proprio nel corso delle festività pasquali. Le previsioni meteo computano, infatti, l’inserimento di correnti più umide e instabili innescate da flussi di aria fresca settentrionali, verso il Mediterraneo centro-occidentale con aumento della nuvolosità e piogge via via più estese su diverse regioni italiane. Ma, dalle ultime proiezioni di alcuni modelli matematici, in primis di quello americano GFS, emerge la possibilità che l’instabilità per il weekend pasquale possa via via assumere connotati di matrice più settentrionale, quindi con circolazione più fresca, anziché umida e più mite occidentale. È questa una novità delle ultime ore letta, lo ribadiamo, dal modello americano e sostanzialmente piuttosto divergente, invece, dalle ipotesi evolutive portate avanti ancora dal modello europeo  ECMWF che continuerebbe a vedere un’azione depressionaria più decentrata a Ovest, quindi con instabilità sull’Italia proveniente dalle Baleari e dal Golfo del Leone.

 

Naturalmente, a seconda della provenienza principale delle correnti portanti, l’instabilità potrebbe essere più o meno incisiva sui vari settori italiani. Stando alle dinamiche prospettate dal modello europeo, immagine in evidenza, le previsioni meteo sarebbero per più nubi e piogge soprattutto sulle regioni settentrionali e per buona parte delle festività pasquali, a iniziare dalla Vigilia, forse anche prima, poi per Pasqua e anche per Pasquetta; instabilità diffusa anche al Centro, soprattutto sulle aree appenniniche, in modo più irregolare sulle coste, e fino localmente ad alcune regioni meridionali, come la Campania e il Nord della Puglia. Sul resto del paese, quindi essenzialmente sulle isole maggiori e sul resto del Sud, tempo migliore in via generale. Sempre secondo questo schema instabile del modello ECMWF, il contesto termico di contorno all’instabilità, continuerebbe a essere mite, anzi, sulle estreme regioni meridionali, le temperature potrebbero essere in ulteriore e più apprezzabile aumento con valori quasi estivi.

Secondo, lo schema del modello americano, invece, barica di massima nell’immagine interna, la matrice instabile potrebbe avere una provenienza settentrionale, quindi con innesco di correnti più fresche in penetrazione soprattutto dalle regioni nord-orientali italiane e dall’Adriatico, magari in sconfinamento anche verso Ovest, con più nubi e piogge sui settori appenninici e centro-meridionali, specie adriatici, fenomeni più irregolari al Nord e sul resto del Centro. In questo caso, il contesto termico di contorno computerebbe ancora valori sopra norma tra la Vigilia e Pasqua, ma poi in repentino calo con temperature verso la norma o anche un po’ sotto per lunedì di Pasquetta. Insomma, a fronte di una circolazione certamente più movimentata e più instabile per il periodo pasquale, sorgono, dalle previsioni meteo delle ultime ore, un po’ di dubbi circa le aree più interessate e anche la matrice prevalente delle correnti portanti. La redazione di MeteoWeb continuerà a monitorare l’evoluzione del tempo per le festività pasquali apportando quotidiani aggiornamenti.

Per monitorare la situazione meteo in tempo reale, ecco le migliori pagine del nowcasting: