Previsioni meteo: prima tendenza sul tempo per le festività pasquali, Vigilia, Pasqua e Pasquetta 2021

Previsioni Meteo: interruzione della fase anticiclonica con correnti da Ovest/Nordovest progressivamente più instabili e rischio di piogge via via più estese. Ecco le possibili aree più esposte

MeteoWeb

Per le festività pasquali, le previsioni meteo computano un progressivo deterioramento delle condizioni del tempo. Stando alle simulazioni ultime, infatti, il periodo precedente dovrebbe essere in buona parte caratterizzato da alta pressione sul Mediterraneo centrale e sull’Italia, salvo qualche infiltrazione transitoria di aria umida dai settori nordoccidentali, poi probabilmente indugiante sulle aree del basso Adriatico ed elleniche, con una moderata circolazione secondaria leggermente fresca sulle regioni meridionali, ma senza instabilità degna di nota. A seguire, però, proprio a partire dall’inizio del nuovo mese e via via verso Pasqua, le simulazioni computano un nuovo cedimento della struttura anticiclonica in corrispondenza dell’Europa centrale, travaso dei massimi di pressione nuovamente in pieno Atlantico e sull’Ovest Europa e possibile progressiva incidenza di un flusso di correnti instabili provenienti dal Nord Atlantico verso i settori del Mediterraneo.

Con buona probabilità per la Vigilia e poi per la giornata di Pasqua, queste correnti moderatamente fresche e più instabili provenienti dal Regno Unito e Francia, potrebbero puntare in maniera più incisiva le regioni settentrionali e portare su queste aree un aumento progressivo di nubi associate a piogge sparse, più intense sulle aree alpine, prealpine e su quelle pedemontane più vicine, ma probabilmente piogge irregolari anche su buona parte del Nord. Previsioni meteo per infiltrazioni di aria umida probabilmente anche verso l’Appennino centrale e la Toscana, anche su questi settori con rischio di locali rovesci sparsi, soprattutto pomeridiani. Fino a Pasqua, potrebbero risentire meno di queste correnti atlantiche le regioni meridionali, con  tempo sostanzialmente più asciutto,  più soleggiato e anche più mite, sebbene con nubi in progressivo aumento. Le dinamiche successive, dedotte dalla maggior parte delle simulazioni, tuttavia,  sarebbero per un abbassamento progressivo in latitudine del flusso instabile, probabilmente con qualche pioggia anche verso le regioni centro-meridionali, entro lunedì di Pasquetta. Naturalmente, le dinamiche riportate sopra sono solo indicative, frutto di una circolazione che andrebbe impostandosi dai quadranti settentrionali ma, stando alle attuali previsioni meteo, con manovre un po’ più articolate e devianti leggermente a Ovest, Francia, prima di fare ingresso sul Mediterraneo. Nulla toglie che, in un contesto tendenzialmente ancora votato a circolazione da Nord, le correnti assumino traiettorie più meridiane e centrali con conseguenze più perturbate per l’intera nazione e magari anche a carattere relativamente freddo.  La redazione di MeteoWeb continuerà a monitorare l’evoluzione del tempo per il periodo pasquale, apportando periodici aggiornamenti.

Per monitorare il maltempo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting: