Previsioni Meteo, sabato 20 marzo scocca l’equinozio di primavera con forte maltempo e neve abbondante al Centro/Sud

Previsioni meteo: il paradosso della natura, equinozio di primavera con freddo e neve. Fino a 20 cm sul Centro Sud Appennino. Freddo, ma decisamente meglio sul resto d'Italia. I dettagli

MeteoWeb

Sta per entrare nel vivo la fase di maltempo invernale che già da giorni è in azione sul Mediterraneo e sull’Italia. Una bassa pressione si sta scavando tra il Mediterraneo occidentale e il Nord Africa, e avanzerà progressivamente verso Ovest, trasportando nuclei perturbati verso soprattutto le regioni meridionali, ma diffusamente anche su quelle centrali adriatiche. Le previsioni meteo indicano un sensibile peggioramento del tempo a partire soprattutto dalla notte prossima e poi nel corso della giornata di domani, sabato 20 marzo. Un peggioramento del tempo di stampo invernale che coinciderà proprio con l’equinozio di primavera, e che porterà piogge e temporali diffusi sulle regioni meridionali, ma soprattutto nevicate che cadranno fino a quote collinari sul Centro Sud Appennino o localmente anche basse. Data l’azione troppo meridionale dell’area depressionaria, i nuclei perturbati non riusciranno a raggiungere le regioni del medio-alto Tirreno e settentrionale, tuttavia sul Nord Italia penetreranno correnti fredde orientali le  quali addenseranno nubi soprattutto sui settori alpini e prealpini arrecando qualche nevicata fino a quote basse. Ma entriamo più nel dettaglio del peggioramento atteso tra la notte prossima e la giornata di sabato 20 marzo.

Le ore notturne vedranno un sensibile peggioramento del tempo sulla Sicilia centro-occidentale, con rovesci e temporali forti sul Trapanese, Palermitano, anche su Agrigentino, e poi  verso i settori di Nordest, tuttavia qui più attenuati. Rovesci e temporali diffusi sul basso Tirreno in mare, sul Mare e Canale di Sicilia e sul tratto di mare tra le coste siciliane e campane. Sensibile peggioramento del tempo anche tra Campania, Calabria, Lucania e un po’ tutta la Puglia, anche qui con rovesci diffusi, locali temporali e soprattutto su questi settori nevicate in collina a quote mediamente comprese tra 400 e 600 m, sui 1000/1200 m sulla Sila. Addensamenti con rovesci anche sulla Sardegna nord-orientale, tra Olbia Tempio e Nuorese, nubi irregolari al Centro, ma in prevalenza asciutto, salvo qualche debole pioggia o fiocchi in media-bassa collina sull’Abruzzo.

Buono altrove. Per la mattinata di sabato, previsioni meteo all’insegna del maltempo forte sulla Sicilia con fenomeni anche violenti sulla parte centro-occidentale e settentrionale; piogge e rovesci forti anche sulla Calabria, sulla Puglia, sullo Jonio, sul basso Tirreno in mare, piogge e rovesci più irregolari fra la Lucania e la Campania centro orientale. Nevicate sui rilievi del Sud, tra 400 e 600 m, di più sulla Lucania, Est Salernitano, Avellinese, e sulla Puglia centrale interna. Nevicate a 1000/1300 m su Nord Calabria e  Sila. Ancora addensamenti sulla Sardegna orientale con locali rovesci, soprattutto sul Nuorese e fiocchi intorno agli 800/900 m sul monti del Gennargentu;  nubi medio-basse, indotte da venti più freddi orientali, interesseranno anche il Veneto soprattutto occidentale e centro-meridionale, localmente il Centro Sud della Lombardia, con qualche pioggia sparsa e occasionali fiocchi bagnati misti ad acqua; meglio sul resto dei settori.

Previsioni meteo per piogge diffuse, nelle ore pomeridiane e poi serali, sul medio-basso Adriatico e sul Sud peninsulare, ancora rovesci diffusi sulla Sicilia, locali nevicate sui settori appenninici dal Sud delle Marche, Abruzzo, fino al Centro Nord della Puglia, Est Campania, Lucania mediamente intorno ai 400/600 m. Nevicate più abbondanti sulla Calabria settentrionale, Sila mediamente tra 800 e 1100 m. Addensamenti e piovaschi anche tra Ovest Lombardia, Emilia, Liguria, con fiocchi sul Nordovest Appennino intorno ai 2/400m, e locali nevicate a 300/500 m anche su Ovest Alpi, qui di più verso sera. Va meglio sul resto dell’Italia. Attesi accumuli di neve entro la mezzanotte, fino a 20 cm o anche oltre sui rilievi tra Campanai interna e Lucania, diversi centimetri sul resto dell’Appennino meridionale e localmente centrale. Imbiancate o qualche centimetro sui rilievi del Nord, naturalmente fino a bassa quota o medio-bassa collina. Le temperature sono attese più o meno stazionarie o in locale ulteriore lieve calo sul medio-alto Adriatico e sulle regioni del Nord.

Per monitorare il maltempo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting: