Previsioni Meteo, sarà una Pasqua da incubo nel Nord Europa: violentissimo Ciclone Polare tra Islanda e Regno Unito

Previsioni Meteo, si prospetta una Pasqua di maltempo estremo e freddo polare tra Islanda, isole Britanniche e penisola Scandinava. A Reykjavík la temperatura rischia di piombare a -12°C

MeteoWeb

Mentre per l’Italia le prospettive meteorologiche di Pasqua e Pasquetta sono estremamente variabili, con l’ipotesi del maltempo al Nord ma anche la certezza di temperature particolarmente miti soprattutto al Centro/Sud, la situazione è molto più estrema per l’Europa settentrionale a causa di un Ciclone Polare che tra Domenica 4 e Lunedì 5 flagellerà dapprima l’Islanda, poi il Regno Unito e la penisola Scandinava, portando un’ondata di gelo incredibile proprio in Islanda, dove le temperature piomberanno sotto i -10°C persino sulle coste, circostanza rara persino in pieno inverno per l’isola dell’oceano Atlantico dal clima mitigato dagli effetti della Corrente del Golfo, ancor più significativa in primavera, ad inizio Aprile.

Già nella mappa sinottica di Sabato 3 Aprile possiamo notare il Ciclone Artico muoversi verso la Penisola Scandinava dalla Groenlandia:

Nella notte tra Sabato e Domenica, il Ciclone arriverà sulla Norvegia e l’aria di gelo polare scenderà lungo il Mar di Groenlandia verso l’Islanda, mentre le isole Britanniche saranno interessate da un richiamo caldo prefrontale con temperature in forte aumento, seppur provvisorio:

Poi, nel giorno di Pasqua, Domenica 4 Aprile, il Ciclone si porterà nel cuore della Penisola Scandinava, sul mar Baltico tra Svezia e Finlandia, e l’Islanda sarà investita in pieno dalle correnti polari con temperature rigide a tutte le quote. Contemporaneamente il fronte freddo inizierà a portarsi sulle isole Britanniche settentrionali, colpendo la Scozia:

Emblematiche le mappe delle temperature al suolo tra Sabato 3 e Domenica 4 Aprile. Nella prima mappa, riferita alle massime giornaliere di Sabato, possiamo notare un clima ancora mite su gran parte del Nord Europa, ma anche le prime propaggini dell’aria polare sul Mar di Groenlandia verso l’Islanda:

Nella carta per le analoghe temperature massime del giorno successivo, Domenica 4 Aprile, notiamo i valori polari dell’Islanda, abbondantemente sottozero anche in pieno giorno, mentre tra Irlanda e Inghilterra farà addirittura più caldo a causa delle correnti miti occidentali, con temperature massime fino a +15°C.

La mappa con le temperature ad 850hPa per il giorno di Pasqua, infatti, mostra proprio la bolla di caldo sul Regno Unito mentre l’Islanda sarà già nella morsa del freddo polare, che inizierà a raggiungere tramite il Mar di Norvegia anche la Penisola Scandinava.

Nel giorno successivo, però, e cioè nel Lunedì di Pasquetta, il 5 Aprile, l’aria fredda non solo avrà invaso tutta la penisola Scandinava, ma avrà raggiunto le isole Britanniche e la Danimarca, provocando nevicate fin in pianura tra Scozia, Irlanda e Inghilterra settentrionale, oltre che nella stessa Danimarca e su tutto il territorio norvegese, svedese, finlandese e anche nei Paesi Baltici. L’Islanda sarà colpita dal frangente freddo più estremo, con temperature minime fino a -12/-13°C sulle coste e clamorosi valori di -25°C nelle zone interne dell’isola.

Contemporaneamente, come possiamo osservare proprio nellel ultime due mappe, l’Italia vivrà una fase di gran caldo anomalo soprattutto al Centro/Sud. Mentre nel Nord Europa si verificherà questo clamoroso Ciclone Polare, in Sicilia le temperature tra Pasqua e Pasquetta saliranno a ridosso dei +30°C, forse anche oltre, e anche nel resto del Sud avremo valori massimi giornalieri superiori ai +25°C. Resta alto il rischio del maltempo, invece, nelle Regioni del Nord, dove anche le temperature saranno più basse. Sulle Alpi è attesa un bel po’ di neve, ma solo ad alte quote. Per monitorare la situazione meteo in tempo reale, ecco le migliori pagine del nowcasting: