Previsioni meteo: verso un fine settimana di forte maltempo invernale. Gli ultimi aggiornamenti

Previsioni meteo: per il weekend previsto l'innesco di un'ampia azione depressionaria sui mari occidentali e meridionali, con tante piogge, temporali e nevicate abbondanti

MeteoWeb

Da domani, mercoledì, e ancor più tra giovedì e venerdì prossimi, entrerà nel vivo la fase fredda da giorni annunciata. Correnti fredde sono attive sin dall’inizio di questa settimana, tuttavia ancora freddo moderato e anche l’instabilità è piuttosto circoscritta, in assenza di minimi depressionari al suolo. Le previsioni meteo per i prossimi giorni sono per arrivo di correnti ancora più fredde, non freddo eccezionale, ma certamente importante con le temperature prossime allo zero o solo di qualche grado sopra sulle colline appenniniche e, naturalmente, su Alpi e Prealpi, anche di giorno. Via via che arriverà aria più fredda, soprattutto alle quote medio-alte dell’atmosfera, si faranno più diffusi anche gli addensamenti, associati a rovesci e a locali nevicate fino in collina, specie sulle regioni centrali, localmente anche sulle aree meridionali tra Puglia, Campania e Lucania. Rovesci e nevicate a quote più alte, verso i 1000 m e oltre tra Calabria e Sicilia. A seguire, già vi erano sentori, ma giungono conferme questa sera per la possibilità di un maltempo più serio e a carattere spiccatamente invernale verso il fine settimana prossimo.

Nella sostanza, gli ultimi dati confermano l’ipotesi di travasamento di aria fredda dai settori centrali europei, verso il Mediterraneo occidentale, attraverso i settori alpini, la Francia meridionale e il Nord Italia.  L’ impatto delle correnti fredde con il mare più tiepido a Ovest del nostro bacino, attiverà immediatamente una estesa e profonda circolazione depressionaria che sostanzialmente occuperà tutto il Mediterraneo occidentale, fino al Nord Africa e poi anche verso il Tirreno e lo Jonio proprio nel fine settimana. Previsioni meteo, quindi, che vedono una significativa esasperazione dell’instabilità, verso un maltempo anche importante, a iniziare da venerdì a poi verso tutto il weekend e anche oltre. Le regioni dove di più impatteranno i fronti perturbati, questa volta di provenienza occidentale e meridionale, saranno quelle del Centro Sud, ma anche verso il Nord Appennino, l’Emilia-Romagna e verso il Piemonte. Fenomeni più deboli e irregolari sul resto del Nord e probabilmente anche sull’alto Tirreno, tra alta Toscana e Liguria. La formazione di una bassa pressione sul settore Ovest mediterraneo, naturalmente attiverà anche correnti più calde e umide sud-occidentali o meridionali all’indirizzo sempre della nostra penisola, con un mix tra aria calda e fredda preesistente che potrà dare luogo, oltre a precipitazioni forti e diffuse, anche a nevicate localmente abbondanti. Ovviamente, il richiamo mite meridionale tenderà a far alzare la temperatura sulle regioni del Sud dove, rispetto alla neve, potranno via via prevalere le piogge e i temporali, anche se sulle aree tra Campania, Nord Puglia e Lucania, un’aria moderatamente fredda potrebbe resistere e consentire nevicate collinari tra venerdì e sabato. Secondo i dati ultimi del modello europeo ECMWF, neve in collina o via via anche a bassa quota verso il Nord Appennino, più diffusa o anche abbondante sulle regioni centrali, soprattutto tra Est Lazio, Umbria, poi Marche e verso il Nord Appennino. Nevicate  anche sul Piemonte occidentale, più irregolari sui settori alpini e prealpini, ma naturalmente fino a bassa quota sulle regioni del Nord, lì dove accadranno gli addensamenti. Previsioni meteo, insomma, per un fine settimana, che paradossalmente segnerà l’inizio della primavera astronomica, all’insegna, invece, del forte maltempo invernale su buona parte dell’Italia.  La redazione di MeteoWeb monitorerà costantemente l’evoluzione del colpo di coda invernale atteso per i prossimi giorni, apportando quotidiani aggiornamenti.

Per monitorare il maltempo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting: