Con l’inizio della primavera negli USA tornano i calabroni ‘assassini’ giganti: sono in grado di uccidere un uomo

I calabroni asiatici sono i più grandi del mondo e sono in grado di uccidere un essere umano con la sola 'forza' del loro pungiglione

MeteoWeb

Secondo gli esperti i calabroni assassini potrebbero riapparire negli Stati Uniti a partire dalla primavera, quando le api regine emergono dal sottosuolo dopo i mesi invernali. “Solo le regine sopravvivono all’inverno, e in questo momento, tutti i calabroni che sono in letargo non usciranno fino a quando non sarà abbastanza caldo per farlo, a metà e fine aprile“, ha detto Doug Yanega, scienziato del Museum of Science della California, al New York Post. Yanega è esperto in materia, avendo studiato i calabroni assassini e il loro comportamento per anni.

I calabroni assassini hanno guadagnato l’attenzione nazionale, negli Usa, già lo scorso anno dopo che il primo nido è stato trovato negli Stati Uniti nel dicembre 2019. Successivamente è stato smantellato dal Dipartimento dell’Agricoltura dello Stato di Washington (WSDA). I calabroni asiatici sono i più grandi del mondo, con un’apertura alare di 7 cm (3 pollici) e un pungiglione lungo 0,6 cm (un quarto di pollice). Possono uccidere gli umani se pungono a fondo e rappresentano una minaccia per le api da miele poiché sono noti per invadere i loro nidi e ucciderli.

Secondo Yanega, i calabroni regina assassini potrebbero iniziare a produrre in primavera, e in seguito gli “operai” inizieranno a moltiplicarsi e ad aumentare la popolazione a maggio o giugno. L’esperto ha aggiunto, tuttavia, che la migrazione verso la costa orientale degli Stati Uniti non avverrà presto, sulla base dei dati geografici passati per la specie. Karla Salp del Dipartimento dell’Agricoltura dello Stato di Washington ha anche affermato che la primavera è il momento in cui i calabroni asiatici tornano all’aperto. “Non abbiamo dati su quando emergono nello specifico, ma il nostro primo avvistamento lo scorso anno è stato a maggio“, ha sottolineato.

Le autorità di Washington, dove sono stati avvistati i calabroni, stanno pianificando di impostare trappole per trattenere potenziali calabroni nell’estremo angolo nord-occidentale dello stato. I dettagli di questi piani saranno annunciati a breve nel corso di un’apposita conferenza stampa.