Il satellite Sentinel-2 ci porta in volo sulle isole Galápagos: l’arcipelago vulcanico visto dallo Spazio [FOTO]

Alla scoperta delle isole Galápagos, un arcipelago vulcanico situato circa 1.000 km a ovest dell'Ecuador, nell'Oceano Pacifico

MeteoWeb

La missione Copernicus Sentinel-2 ci porta sulle isole Galápagos, un arcipelago vulcanico situato circa 1.000 km a ovest dell’Ecuador, nell’Oceano Pacifico.
L’arcipelago è formato da 13 isole maggiori e da una manciata di isole più piccole e isolotti sparsi su circa 60.000 km quadrati di oceano. Ripetute eruzioni vulcaniche  e l’attività sismica tuttora in corso hanno contribuito a formare l’aspro paesaggio montuoso delle isole. In questa immagine, acquisita il 23 settembre 2020, diversi coni vulcanici circolari sono visibili sopra alle isole.
La più grande isola dell’arcipelago, Isabela (Albemarle), è visibile al centro. Lunga circa 132 km, la sua caratteristica forma che ricorda un cavalluccio marino è il risultato della fusione di molteplici grandi vulcani in una singola massa terrestre. I cinque vulcani visibili sull’isola sono (da nord a sud): Wolf, Darwin, Alcedo, Sierra Negra e  Cerro Azul. Due dei vulcani dell’isola – Ecuador e Wolf – si trovano direttamente lungo l’equatore.
All’estremità meridionale dell’isola, colline ricoperte di foreste che separano il Sierra Negra, il più attivo dei vulcani della Galápagos, dalla sabbiosa linea costiera (qui parzialmente visibile a causa della copertura nuvolosa), sono visibili in verde brillante. L’isola di Tortuga, così chiamata per via della sua forma distintiva, si può riconoscere a sud-est di Isabella. La minuscola isola è in realtà un vulcano collassato divenuto area di nidificazione per una varietà di uccelli marini.
La seconda isola più grande dell’arcipelago, Santa Cruz, è visibile alla destra di Isabela. La sua capitale, Puerto Ayora (non visibile), è il centro urbano più popolato delle isole.
Le isole Galápagos sono meglio note per la loro vasta gamma di piante e di specie animali, molte delle quali di natura endemica, a significare che non si trovano in nessun’altra parte del mondo. Tra queste troviamo le tartarughe giganti delle Galápagos, l’Iguana Marina, il cormorano delle Galápagos, incapace di volare, e il pinguino delle Galápagos – l’unica specie di pinguino che vive a nord dell’equatore. Queste specie furono osservate da Charles Darwin durante il viaggio della HMS Beagle nel 1835 e ispirarono la sua teoria sull’evoluzione basata sulla selezione naturale. Al fine di preservare la fauna selvatica presente sulle isole – unica nel suo genere -, nel 1959 il governo ecuadoriano ha fatto dell’intero arcipelago un parco nazionale.

Copernicus Sentinel-2 è una missione a due satelliti. Ciascun satellite ha a bordo una telecamera ad alta risoluzione che acquisisce immagini della superficie della Terra in 13 bande spettrali. La missione è principalmente utilizzata per tracciare i cambiamenti nel modo di utilizzo del suolo e per monitorare lo stato di  salute della nostra vegetazione.
L’immagine fa parte del programma video Earth from Space.