Sonia Battaglia, è morta la 54enne di Napoli colpita da trombosi dopo vaccino Astrazeneca

Tragedia a Napoli: morta la 54enne colpita da trombosi dopo vaccino Astrazeneca del lotto poi ritirato

MeteoWeb

E’ morta Sonia Battaglia, l’assistente scolastica che il 1° marzo si era sottoposta alla vaccinazione con una dose del lotto ABV5811 del vaccino Astrazeneca, poi sequestrato dai NAS e ritirato in tutt’Europa.  La donna aveva iniziato a stare male subito dopo la somministrazione del vaccino: è stata ricoverata all’Ospedale del Mare di Napoli ed è entrata in coma nei giorni scorsi. Oggi l’annuncio della morte. Le condizioni della donna stamattina sono state esaminate dalla commissione medico legale per la valutazione della morte encefalica. Dopo l’intera procedura, durata sei ore, alle 15, stante la assenza di tutti i riflessi e la presenza di un elettroencefalogramma stabilmente piatto, e’ stata dichiarata la morte della paziente. In relazione alle normative vigenti l’orario della morte viene indicato in cartella clinica alle 9 e vengono sospese le funzioni di sostegno alla ventilazione. Le condizioni di Sonia Battaglia, 54 anni, erano peggiorate nei giorni seguenti al suo ricovero a causa di una trombosi a diversi organi del corpo e di una emorragia cerebrale. I familiari, disperati, chiedono giustizia.

Poliziotto morto dopo Astrazeneca, la Procura: “avrebbe dovuto ricevere un altro vaccino in base alla sua storia clinica, fondamentale ricostruire la propria storia clinica prima di vaccinarsi”