Svizzera, Finlandia, Austria e Germania contro le restrizioni anti Covid: il popolo scende in piazza [FOTO]

Proteste e marce pacifiche per dire no alle restrizioni anti Covid: la gente scende in piazza in Svizzera, Finlandia, Austria e Germania

/
MeteoWeb

In diversi paesi europei si è dato luogo a proteste contro le misure restrittive, disposte dai governi per contenere la pandemia di Covid-19. Manifestazioni sono state segnalate in Austria, Svizzera e Finlandia, ma anche in Germania. In Finlandia, la polizia ha stimato che circa 400 persone, non distanziate e senza mascherine, si sono riunite nella capitale per protestare contro le restrizioni. Altre dimostrazioni di dimensioni inferiori sono in programma in altre città del Paese. Prima del raduno a Helsinki circa 300 persone hanno marciato per le strade della città, arrivando fino al Parlamento, all’inno di “Lasciate parlare la gente!“. La polizia di Helsinki ha twittato che la marcia e il raduno si sono svolti pacificamente, ma hanno violato le norme sanitarie attualmente in vigore in Finlandia, come è possibile vedere dalle foto nella gallery scorrevole in alto a corredo dell’articolo. Gli agenti hanno negoziato con gli organizzatori della protesta per cercare di disperdere i partecipanti.

In Austria, sono state circa 1.000 le persone che hanno partecipato a manifestazioni contro le misure restrittive vicino alla stazione ferroviaria centrale di Vienna. La polizia ha ripreso diversi manifestanti che non indossavano mascherine o che non rispettavano il distanziamento sociale, ha riferito l’agenzia di stampa Apa.

In Svizzera, come si può vedere dalla gallery scorrevole, più di 5.000 manifestanti hanno sfilato in una marcia silenziosa a Liestal, a 15 chilometri a sud-est della città di Basilea, secondo quanto riportato dai media locali. La maggior parte non indossava le mascherine e alcuni portavano striscioni con scritti slogan come “Vaccinare uccide“.