Vaccini, Pfizer-Biontech inizia la sperimentazione sui bambini under 12

Pfizer ha comunicato che il dosaggio è iniziato in uno studio pediatrico del vaccino covid-19: saranno coinvolti oltre 4.500 bambini sotto i 12 anni

MeteoWeb

Sono iniziati i trial sui bimbi nella fascia d’età tra i 6 mesi e fino agli 11 anni compiuti di Pfizer-Biontech. È quanto si legge sul sito Bloomberg. Pfizer ha annunciato che il dosaggio è iniziato in uno studio pediatrico del vaccino covid-19, uno studio che alla fine coinvolgerà più di 4.500 bambini sotto i 12 anni. Lo studio in due parti studierà prima tre livelli di dose in 144 bambini di età compresa tra 6 mesi e 11 anni. Una volta stabilita una dose appropriata per ciascuno dei tre gruppi di età, altri 4.500 bambini negli Stati Uniti e in Europa verranno arruolati nella seconda parte dello studio, che esaminerà la tollerabilità di sicurezza e l’immunogenicità del vaccino, ha affermato la società. Due terzi dei bambini nella seconda fase riceveranno il vaccino e il resto riceverà un placebo. Dopo sei mesi, a tutti i partecipanti verrà comunicato quale dose hanno ricevuto, un processo chiamato unblinding, e a coloro che hanno ricevuto un placebo verranno offerti i colpi attivi. Il vaccino a RNA messaggero di Pfizer, sviluppato in collaborazione con il partner BioNTech SE, si è dimostrato efficace al 95% nella prevenzione del Covid-19 sintomatico in un grande studio. Il vaccino a due dosi è attualmente autorizzato per l’uso di emergenza negli Stati Uniti per le persone di età pari o superiore a 16 anni.

“Insieme al nostro partner BioNTech, abbiamo annunciato uno studio globale per valutare ulteriormente il nostro vaccino contro il Covid-19 sui bambini sani di età compresa tra 6 mesi e 11 anni. Siamo orgogliosi di iniziare questo studio tanto necessario per i bambini e le famiglie che attendono con impazienza un possibile vaccino”. Lo scrive su Twitter il ceo di Pfizer, Albert Bourla.  “Come padre e scienziato, vorrei ringraziare i nostri partecipanti, i loro genitori e i caregiver per essersi iscritti allo studio. Dobbiamo continuare a raccogliere prove sulla sicurezza e l’efficacia dei vaccini contro il Covid-19 per popolazioni importanti, compresi i bambini”, aggiunge Bourla.