Meteo, scatta l’allarme maltempo per il weekend del 1° maggio: violenti nubifragi tra sabato sera e domenica al Nord

Meteo, è allerta maltempo al Nord: forti piogge e temporali nel weekend del 1° maggio su Alpi e Prealpi, alto rischio di frane e smottamenti

MeteoWeb

Previsioni meteo inequivocabili circa il prosieguo della settimana all’insegna di un tempo persistentemente instabile sulle regioni del Nord, a fasi alterne su quelle del Centro. La causa dell’azione instabile insistente su questi settori italiani, continua a essere una circolazione umida atlantica in afflusso verso l’Italia attraverso la Spagna, le Baleari e i settori occidentali mediterranei e indotta da saccature depressionarie provenienti dal Mare del Nord e indirizzate verso il Regno Unito e i settori medi oceanici. Una configurazione barica depressionaria sul Centro Nord Europa piuttosto statica e del tipo rappresentato nell’immagine in evidenza, con altrettanta staticità di flussi anche su Mediterraneo centro-occidentale.  Un po’ tutti i giorni, fino a lunedì 3 maggio, nubi e precipitazioni riguarderanno le nostre regioni settentrionali, talora più intense, in altre fasi più irregolari e deboli. Le precipitazioni si faranno sempre più saltuarie sulle regioni centrali, magari con fase in cui potranno mostrarsi temporaneamente più estese nella giornata di sabato 2. Il Sud Italia, invece continuerà a essere al margine dell’instabilità, solo con passaggi nuvolosi, ma scarse occasioni di piogge e clima ancora piuttosto mite, anzi caldo, per tutta la settimana.

Ma, in questa sede, vogliamo evidenziare una delle possibili fasi più perturbate della serie sull’Italia. Al di là, infatti, delle nubi e delle piogge che saranno piuttosto ricorrenti sulle regioni settentrionali nei prossimi 3/4 giorni, fino a lunedì 3, un focus particolare, secondo le ultimissime previsioni meteo, merita la fase tra sabato pomeriggio e soprattutto sera e la mattinata di domenica 2. Sarà proprio nel corso del fine settimana, infatti, che il cavo depressionario nordeuropeo si farà più incisivo verso le nostre regioni del Nord, apportando i fronti più intensi e le precipitazioni più abbondanti e localmente forti. In particolare, come evidenziato nella mappa precipitazioni, tra la sera di sabato e la mattinata di domenica, si esaspereranno in maniera importante i rovesci e i temporali sul Nord Italia, specie tra Centro Nord Lombardia, le Alpi e le Prealpi centro orientali e il Friuli VG con accumuli che, in 12 ore, potranno essere intorno ai 60 mm sul Centro Nord Lombardia, fino a 100 mm sul Friuli. Sul Centro Est Alpi e Prealpi e sul Friuli, rovesci e temporali forti continueranno per tutta la giornata di domenica e fino a lunedì mattina, con accumuli di altri 40/50 mm sull’alto Friuli, migliorerà, invece, sulla Lombardia. Le precipitazioni, come visibile dalla stessa mappa, saranno possibili, soprattutto nella giornata di sabato, anche sulle aree centrali tirreniche. Previsioni meteo per tempo più asciutto sul medio-basso Adriatico, al Sud e sulle isole maggiori, salvo nubi regolari diffuse anche qui, ma fenomeni scarsi o del tutto occasionali. Conferme, nel frattempo, per ancora caldo sopra la norma sulle regioni centro-meridionali, specie al Sud, con qualche probabile punta record oltre i +30°C, soprattutto in presenza di schiarite soleggiate, nella giornata di sabato 1 maggio.

Per monitorare la situazione meteo, ecco le migliori pagine del nowcasting: