Meteo, avete mai visto una turbolenza? Il fenomeno catturato in una rara foto

Chiunque viaggi frequentemente in aereo sa cosa significa attraversare un’area di turbolenza, ma in pochi conoscono il suo aspetto: ecco la rara foto che lo dimostra

MeteoWeb

Chiunque viaggi frequentemente in aereo sa cosa significa attraversare un’area di turbolenza. Molti di noi hanno avvertito una lieve turbolenza a bordo di aerei passeggeri, ma una turbolenza estrema può essere davvero terrificante. Ma che aspetto ha una turbolenza?

Una risposta a questa domanda è possibile grazie alla foto scattata a gennaio 2021 dagli Air Force Reserve Hurricane Hunters. Durante una missione hanno catturato un tipo di turbolenza noto come turbolenza di scia, creata dai vortici d’estremità d’ala di un aereo. La turbolenza di scia si crea quando l’aria viene aspirata da sotto l’ala e spinta sulla parte superiore di essa prima di finire in un vortice che ruota alla fine dell’ala.

Più grande e pesante è l’areo e più veloce si muove, più forte sarà la turbolenza di scia che è probabile che crei. La questione è di grande importanza poiché gli aerei si avvicinano all’atterraggio in un aeroporto, spesso in rapida successione, e posso incontrare la turbolenza di scia di un aereo che li precede.

In tutto ci sono 7 tipi di turbolenza e il meteo spesso rappresenta un fattore nella loro formazione. Solitamente, è più un fastidio che un vero pericolo per piloti e passeggeri. “Evitare la turbolenza è una combinazione di arte e scienza. Prendiamo indicazioni dalle mappe meteorologiche, dai segnali radar e dai rapporti in tempo reale di altri aerei. Le compagnie più grandi hanno i loro dipartimenti di meteorologia e otteniamo periodici aggiornamenti da terra”, spiega il pilota Patrick Smith ad AccuWeather.