Coronavirus, la situazione migliora: Sardegna verso l’arancione, dal 3 maggio nessuna regione rossa

Domani sarà il giorno dei cambi di colore: la Sardegna potrebbe diventare arancione e dovrebbero essere confermate tutte le altre regioni in giallo

Come ogni venerdì, domani sarà il giorno dei cambi di colore per le regioni, che verranno annunciati a seguito della riunione della cabina di regia ministero della Salute-ISS-Regioni che analizzerà i dati settimanali e fornirà al Ministro Speranza il report su cui si fonderanno le relative ordinanze.
Dopo il pieno di regioni gialle la scorsa settimana, stavolta con ogni probabilità la Sardegna tornerà in zona arancione, dopo tre settimane di rosso: i dati erano da arancione già la scorsa settimana (indice Rt a 0,97, incidenza dei nuovi casi settimanali sui 100 mila abitanti di 127, tra le più basse d’Italia), e se dovessero continuare ad esserlo anche nel report di domani (negli ultimi 7 giorni i casi sono in calo del 16% e l’incidenza è scesa ancora a 108 casi per centomila abitanti) la regione verrà quindi “promossa“.
Le altre regioni in arancione sono Valle d’Aosta, Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia: Basilicata e Puglia possono tornare subito in zona gialla, si attendono i dati per Calabria e Sicilia che potrebbero rimanere un’altra settimana in arancione insieme alla Valle d’Aosta.
Saranno confermate tutte le altre regioni in giallo: Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, PA Bolzano, PA Trento, Piemonte, Toscana, Umbria e Veneto.