Il Meteo per il weekend del 1° maggio: Italia divisa a metà, maltempo al Nord e caldo estivo al Sud

Il Meteo per Sabato 1 e Domenica 2 Maggio: ancora maltempo al Nord con piogge e temporali; ampie schiarite e caldo estivo invece al Sud

MeteoWeb

Nel corso del fine settimana del 1 maggio, la circolazione generale a scala euro-atlantica  continuerà a preservare, secondo le previsioni meteo, le caratteristiche di questa prima parte di settimana, ossia con prevalenza di circolazione occidentale, instabile sulle regioni centro-settentrionali, più asciutta e calda su quelle del Sud. Nella sostanza, le nubi e le piogge, a tratti anche temporali di una certa consistenza, continueranno a interessare le regioni del Nord, dove in maniera più diretta agiranno le correnti oceaniche indotte da una circolazione depressionaria sulla Francia;  al Centro Sud, queste correnti instabili occidentali risulteranno progressivamente più asciutte, magari in grado di apportare un aumento di nuovi diffuso, tuttavia con fenomeni certamente più fiacchi o possibili in forma più debole e a incidenza localizzata.  Ma vediamo più nel dettaglio l’evoluzione del tempo per la festività di sabato, 1 maggio, poi per quella di domenica 2.

Previsioni meteo per sabato 1 maggio 2021

Nuvolosità medio-bassa più compatta sin dal mattino sulle regioni settentrionali, soprattutto tra Ovest e Centro Nord >Piemonte, Centro Nord Lombardia, Alpi e Prealpi in genere, con piogge e rovesci sparsi, ma occasioni anche per rovesci e temporali più intensi, in particolare tra l’altro Piemonte e e il Nordovest della Lombardia. Nubi irregolari sul resto del Nord, specie settori centro-occidentali, ma senza fenomeni associati, perlomeno degni di nota. Da rilevate anche un po’ di nubi medio-alte in intensificazione al Centro Sud, ma di più al Sud, soprattutto tra Sicilia, anche la Calabria e Sud Puglia, ma qui fenomeni assenti o qualcuno occasionale in mare, più probabile su Est Sicilia, sul basso Tirreno in mare e sul Golfo di Taranto, magari anche verso il Sud della Puglia. Nelle ore pomeridiane, si intensificherà il maltempo al Nord, con nubi e piogge diffuse su buona parte dei settori,  più intensi tra Centro Nord Piemonte e Centro Nord Lombardia, moderati anche su alta Toscana e localmente su Emilia, alto Friuli. La sera maltempo forte al Nord, soprattutto sulla Lombardia, su Emilia e poi su tutti i settori centro-orientali. Oggi diffusi anche 109 della Toscana, e locali, localmente moderati tra il Lazio e la Campania occidentale. Continua una certa rumorosità sul resto del sud del basso Tirreno, ma fenomeni sempre in prevalenza assenti soltanto qualcuno localizzato. Cieli più sereni sul  medio Adriatico e sulle aree ioniche in genere. Previsioni meteo per temperature, nella festività del primo maggio, in aumento su tutto il paese, probabilmente la fase più calda tutta la settimana, con valori diffusi tra +23 e +27°C sul territorio nazionale, magari meno sulle pianure del Nord dove presenti più nubi e piogge, ma punte estive fino a +32/+33°C al Sud.

Previsioni meteo per domenica 2 maggio 2021

La tendenza per la seconda parte del weekend, computa ancora una nuvolosità diffusa, associata a rovesci  ricorrenti su buona parte delle regioni del Nord, più intensi su Alpi e Prealpi centro-orientali, soprattutto sul Friuli, deboli o occasionalmente moderati sul resto del Nord, locali anche sul Centro Nord Appennino. Meglio sulle pianure centro-orientali del Nord e sul Centro Est dell’Emilia-Romagna.  Tempo mediamente asciutto e più ampiamente soleggiato al Centro Sud, salvo qualche passaggio di nubi irregolari qua e là. Sotto l’aspetto termico, è previsto un calo generale, più apprezzabile sulle regioni centro-settentrionali dove i valori potranno diminuire, rispetto a quelli del giorno precedente, fino a 4/5°C. Insieme al calo termico, va considerato anche un aumento della ventilazione in prevalenza dai quadranti occidentali, con venti moderati un po’ ovunque, spesso forti da Sudovest in Appennino e sui bacini centro-settentrionali, specie sul Medio-alto Tirreno e sull’alto Adriatico, da Nordovest sul Canale e Mare di Sicilia, da Ovest sulle Bocche di Bonifacio e su Nord Sardegna.