Influenza: in 7 giorni solo 71mila casi, incidenza sotto la soglia base e in calo

Nella settimana dal 22 al 28 marzo in Italia sono stati circa 71mila gli italiani allettati da influenza o sindromi simil influenzali a fronte dei 99.000 della settimana passata

MeteoWeb

Secondo il nuovo bollettino sulla sorveglianza delle sindromi influenzali InfluNet, a cura dell’Istituto Superiore di Sanità,  nella settimana dal 22 al 28 marzo in Italia sono stati circa 71mila gli italiani allettati da influenza o sindromi simil influenzali a fronte dei 99.000 della settimana passata e per un totale, da ottobre a oggi, di 2.230.000 casi (nello stesso periodo di un anno fa i casi erano circa 7,3 milioni). In tutte le regioni italiane che hanno attivato la sorveglianza, il livello di incidenza delle sindromi simil influenzali, nella 12ª settimana del 2021, è sotto la soglia base, e in calo rispetto alla settimana precedente, con un valore medio di 1,17 casi per mille assistiti. Nella scorsa stagione in questa stessa settimana terminava il periodo epidemico e il livello di incidenza era pari a 1,7 casi per mille assistiti. Nella fascia di età 0-4 anni si registra l’incidenza più alta, pari a 2 casi per mille assistiti (la scorsa settimana il valore era pari a 3), a fronte degli 1,3 casi tra 15 e 64 anni o agli 0,8 casi che si registrano nella fascia 5-14 e over 65.
Nella 12° settimana del 2021, in Italia sono stati analizzati 390 campioni clinici analizzati dai diversi laboratori afferenti alla rete InfluNet e, su un totale di 5.509 campioni analizzati dall’inizio della sorveglianza, nessuno è risultato positivo al virus influenzale. Nell’ambito dei suddetti campioni analizzati, 115 sono risultati positivi al SARS-CoV-2 (1.185 dall’inizio della sorveglianza)