In Kenya sorprendente comportamento delle scimmie imitativo dell’uomo: indossano le mascherine, ma è un pesce d’aprile

Il post ambientalista con la scimmia che indossa una mascherina è in realtà un "pesce d'aprile", postato su Twitter per scherzo

MeteoWeb

Nella foresta di Karura, oasi naturale di Nairobi in Kenya, hanno iniziato a mostrare sorprendenti “comportamenti imitativi dell’uomo“, tanto da arrivare a indossare una mascherina trovata tra i rifiuti. Questo, almeno all’inizio, avevano riferito gli ambientalisti di Friends of Karura Community Forest Association (Fkf). L’associazione ha postato su Twitter una foto (in alto) di un cercopiteco dal collo bianco, rilanciata da centinaia di persone, con addosso l’ormai caratteristico dispositivo di protezione individuale reso necessario dalla pandemia di Covid-19. Basta ingrandire l’immagine, però per capire che più di un singolare salto evolutivo si tratta di un tocco di photoshop. Il post è infatti un “pesce d’aprile”, pubblicato nella giornata dedicata agli scherzi e alle provocazioni, celebrata in modalità diverse in numerosi Paesi del mondo.

Il post di Friends of Karura, un’associazione che dal 2009 unisce professionisti e semplici residenti volontari nell’impegno a difesa della foresta, ha riscosso un certo successo: a rilanciarlo è stato anche l’emittente britannica Bbc e le reazione, come anche i commenti, sono stati numerosi, chi per gridare allo scherzo, chi per chiedere spiegazioni sull’insolito comportamento del primate. Oltre allo scherzo, però, il posto nasconde anche un tema serio, quello cioè dei danni alla fauna provocati dai dispositivi di protezione individuale che non vengono smaltiti correttamente. Uno studio condotto da ricercatori di quattro istituti olandesi pubblicato alcuni giorni fa sulla rivista scientifica Animal Biology documenta numerosi casi di uccelli, pesci e mammiferi di diversi Paesi del mondo deceduti dopo essere rimasti intrappolati in guanti e mascherine protettive. Gli autori dello studio hanno creato anche un sito internet che monitora le morti tra gli animali dovuti a questi incidenti.