La Superluna Rosa illumina la notte: le FOTO del suggestivo fenomeno che incanta il mondo

E' la notte della Superluna Rosa: il nostro satellite appare più grande e più luminoso oggi, incantando il mondo con il suo splendore

  • Foto di Mick Tsikas / Ansa
    Foto di Mick Tsikas / Ansa
  • Foto di Kim Ludbrook / Ansa
    Foto di Kim Ludbrook / Ansa
  • Foto di Martin Divisek / Ansa
    Foto di Martin Divisek / Ansa
  • Foto di Martin Divisek / Ansa
    Foto di Martin Divisek / Ansa
  • Foto di Martin Divisek / Ansa
    Foto di Martin Divisek / Ansa
  • Foto di Martin Divisek / Ansa
    Foto di Martin Divisek / Ansa
  • Foto di Martin Divisek / Ansa
    Foto di Martin Divisek / Ansa
  • Foto di Lukasz Gagulski / Ansa
    Foto di Lukasz Gagulski / Ansa
  • Foto di Georgi Licovski / Ansa
    Foto di Georgi Licovski / Ansa
  • Foto di Georgi Licovski / Ansa
    Foto di Georgi Licovski / Ansa
  • Foto di Georgi Licovski / Ansa
    Foto di Georgi Licovski / Ansa
  • Foto di Kim Ludbrook / Ansa
    Foto di Kim Ludbrook / Ansa
  • Foto di Sedat Suna / Ansa
    Foto di Sedat Suna / Ansa
  • Foto di Sedat Suna / Ansa
    Foto di Sedat Suna / Ansa
  • Foto di Sedat Suna / Ansa
    Foto di Sedat Suna / Ansa
  • Foto di Kim Ludbrook / Ansa
    Foto di Kim Ludbrook / Ansa
  • Carlos De Saa
    Carlos De Saa
  • Foto di Cj Gunther / Ansa
    Foto di Cj Gunther / Ansa
  • Foto di Cj Gunther / Ansa
    Foto di Cj Gunther / Ansa
  • Foto di Cj Gunther / Ansa
    Foto di Cj Gunther / Ansa
  • Foto di Cj Gunther / Ansa
    Foto di Cj Gunther / Ansa
  • Foto di Filip Singer / Ansa
    Foto di Filip Singer / Ansa
  • Foto di Lavandeira jr / Ansa
    Foto di Lavandeira jr / Ansa
  • Foto di Filip Singer / Ansa
    Foto di Filip Singer / Ansa
  • Foto di Filip Singer / Ansa
    Foto di Filip Singer / Ansa
  • Foto di Filip Singer / Ansa
    Foto di Filip Singer / Ansa
  • Foto di Filip Singer / Ansa
    Foto di Filip Singer / Ansa
  • Foto di Sedat Suna / Ansa
    Foto di Sedat Suna / Ansa
  • Foto di Mick Tsikas / Ansa
    Foto di Mick Tsikas / Ansa
  • Foto di Mick Tsikas / Ansa
    Foto di Mick Tsikas / Ansa
  • Foto di Mick Tsikas / Ansa
    Foto di Mick Tsikas / Ansa
  • Foto di Mick Tsikas / Ansa
    Foto di Mick Tsikas / Ansa
  • Foto di Mick Tsikas / Ansa
    Foto di Mick Tsikas / Ansa
/
MeteoWeb

Stasera in cielo splende la Superluna Rosa. Il satellite sta incantando gli appassionati di astronomia (e non) di tutto il mondo, poiché è un po’ più grande e luminoso del solito. Nonostante il nome, il satellite non appare davvero rosa. Il nome risale ai nativi americani ed è dovuto al muschio rosa, un fiore simile alle ortensie che ha una fioritura primaverile anticipata.

Il fenomeno della Superluna (termine non scientifico) si verifica quando la luna, in fase di plenilunio, si trova al perigeo, ossia il punto della sua orbita più vicino alla Terra. Stasera il nostro satellite appare un po’ più grande (dell’8-10%) della norma e un po’ più luminoso (15%). La fase di piena sarà ufficialmente il 27 aprile alle 05:32, ed il perigeo alle 17:23, ma all’occhio nudo lo spettacolo è già iniziato. Il nostro satellite disterà dalla Terra 357.378 km (contro una media di 384.400 km).

Nella gallery scorrevole in alto, le immagini più belle della Superluna Rosa.

Cos’è la Superluna?

Se la Luna percorresse un’orbita perfettamente circolare attorno alla Terra, la sua distanza dal nostro pianeta sarebbe costante, come anche il diametro apparente della Luna. Dato che però la Luna percorre un’orbita ellittica, ne consegue che non si troverà sempre alla stessa distanza dalla Terra, ma ad una distanza variabile tra un valore minimo (perigeo) a circa 356.410 km, ed un valore massimo (apogeo) a circa 406.740 km. All’apogeo la Luna apparirà leggermente più piccola rispetto a quando si trova al perigeo. La differenza tra i punti di massimo e minimo è di circa 50.000 chilometri, abbastanza per farla apparire in media del 14% più grande e del 30% più luminosa al perigeo. Si tratta di un normale fenomeno dovuto al fatto che la Luna si trova alla minima distanza dalla Terra, un fenomeno ciclico e non raro ma comunque suggestivo.

La Superluna e la definizione di Richard Nolle

Il termine Superluna, coniato da Richard Nolle (astrologo), indica dal punto di vista scientifico semplicemente il perigeo lunare. Nolle ha definito la Superluna un “novilunio o plenilunio che si verifica quando la Luna si trova al o vicino (entro il 90% del) punto di minima distanza dalla Terra in una data orbita,” (cioè a 361.836 km di distanza) sicché, in base a questa definizione, si verificano tra 4 e 6 Superlune ogni anno in media.