Meteo, inizio Maggio sulle montagne russe. Grandi sbalzi termici, nuova ondata di caldo tra 9 e 13

Meteo Maggio: correnti occidentali e altre meridionali si contenderanno il bacino centrale del Mediterraneo e l'Italia. Contesto generale non molto piovoso, se non per qualche settore. I dettagli

MeteoWeb

Stando alle ultime previsioni meteo, la fase più perturbata da qui a 10 giorni potrebbe essere quella prossima, ossia in questo primo weekend di inizio maggio. Per buona parte del prosieguo della prima decade del nuovo mese, infatti, i modelli matematici prospettano una circolazione occidentale o nordoccidentale, senz’altro più fresca di quella delle ultime ore, per via di correnti più direttamente oceaniche e non meridionali, ma contesto non particolarmente piovoso se non in forma irregolare o magari per qualche fase limitata. In linea generale, infatti, il divario tecnico verticale si ridurrebbe di parecchio, per una penetrazione di aria fresca nei bassi strati e, di conseguenza, l’instabilità sarebbe abbastanza discontinua, probabilmente per tutta la prossima settimana, quindi fino al 9 maggio. Nella fase 4/9 maggio, più nubi e qualche pioggia più ricorrente potrebbero vederle le regioni alpine e prealpini un po’ tutte e temporaneamente, tra il 6 e l’8 del mese, anche le aree tirreniche. Scarse opportunità di pioggia altrove.

Sul finire della prima decade e poi verso metà mese, potrebbe avere luogo quanto sta accadendo o quanto è accaduto in questi ultimi giorni. Secondo le previsioni meteo ultime, infatti, nel più lungo periodo, potrebbe tornare a configurarsi un tipo di circolazione come rappresentato nell’immagine in evidenza, con onda instabile nordatlantica in nuovo affondo verso la Penisola Iberica e in parte anche verso i settori occidentali del Mediterraneo. Un tipo barico capace di attivare, da una parte, masse d’aria umida dai quadranti sud-occidentali verso il Nord Italia, dall’altra, aria sempre meridionale, ma più asciutta in direzione, invece, delle regioni del Sud Italia e in parte anche di quelle centrali, specie del medio-basso Adriatico. Insomma, dopo circa una settimana all’insegna di correnti più fresche atlantiche e con instabilità più circoscritta, potrebbero tornare, tra il 10 e il 15 maggio, nuove piogge più determinate al Nord,  localmente al Centro, più caldo e asciutto al Sud e sul medio-basso Adriatico, con valori termici nuovamente di tipo estivo. La redazione di MeteoWeb continuerà a monitorare l’evoluzione del tempo nel medio-lungo periodo, apportando quotidiani aggiornamenti.