Stanotte il picco delle Liridi: lo spettacolo delle stelle cadenti accompagna la Giornata della Terra

Occhi al cielo per le stelle cadenti: lo sciame meteorico delle Liridi raggiunge il picco stanotte fino alle prime ore di domani

MeteoWeb

La Giornata della Terra è un evento annuale che celebra il pianeta e il suo ambiente. Anche uno spettacolo celeste renderà omaggio alla Terra nella giornata a lei dedicata: lo sciame meteorico delle Liridi raggiunge il picco stanotte fino alle prime ore di domani, mettendo fine ad un periodo di quasi 4 mesi senza stelle cadenti. L’ultimo sciame meteorico era stato quello delle Quadrantidi ad inizio gennaio.

Le Liridi produrranno circa 15-20 meteore all’ora. Tutto il mondo potrà ammirare l’evento ma nell’emisfero settentrionale ci saranno più meteore. Qualche stella cadente potrà essere avvistata già all’inizio della notte, ma come per molti sciami meteorici, il miglior momento per guardare l’evento sarà durante la seconda metà della notte, man mano che la frequenza delle meteore aumenta lentamente. Inoltre, la luce della luna potrebbe disturbare le osservazioni, prima che tramonti intorno alle 3:30-4 locali. Dopo questo momento, infatti, il cielo più buio renderà più facile osservare anche le meteore meno luminose.

Qualche fortunato potrà avvistare anche delle meteore estremamente luminose, note come palle di fuoco, che vengono osservate periodicamente intorno al picco delle Liridi.

stelle cadenti solstizio invernoMa non c’è da disperare se condizioni meteo sfavorevoli caratterizzano la notte tra oggi e domani. Infatti, le Liridi hanno un picco più lungo, quindi un simile numero di meteore può essere avvistato durante le 3 notti centrate intorno alla Giornata della Terra (22 aprile). Tuttavia, più le persone aspetteranno prima di ammirare lo spettacolo celeste, più la luce della luna diventerà un fastidio, poiché il satellite apparirà ogni notte più luminoso prima di arrivare alla luna piena del 26 aprile.

Quando lo sciame delle Liridi si sarà esaurito, l’attesa non sarà lunga prima di avere l’opportunità di ammirare di nuovo le stelle cadenti. Lo sciame meteorico delle Eta Aquaridi raggiungerà il picco a inizio maggio, appena due settimane dopo le Liridi. Si tratta del miglior sciame meteorico di tutto l’anno per l’emisfero meridionale. Tipicamente produce 40-60 meteore all’ora, quasi una al minuto.