Summit sul Clima, gli USA raddoppiano gli sforzi: Biden annuncerà il taglio delle emissioni fino al 52% entro il 2030

Cambiamenti climatici: gli Stati Uniti annunciano taglio delle emissioni del 50-52% entro il 2030, sulla base dei livelli del 2005

Gli Stati Uniti raddoppiano i loro sforzi nella lotta al cambiamento climatico e per la difesa dell’ambiente, tagliando le emissioni del 50-52% entro il 2030, sulla base dei livelli del 2005: l’annuncio della Casa Bianca arriva poco prima dell’inizio del Summit sul Clima voluto dal presidente Joe Biden, che riunirà Capi di Stato e di governo oggi e domani.
L’obiettivo dell’amministrazione Biden è di gran lunga lo sforzo climatico statunitense più ambizioso mai intrapreso, quasi raddoppiando l’obiettivo che l’amministrazione Obama si era impegnata a realizzare nello storico accordo sul Clima di Parigi del 2015.
L’annuncio, che verrà ufficializzato da Biden tra poche ore al Summit, si spiega dalla Casa Bianca, “è parte del focus del presidente sulla ricostruzione di un’economia migliore che possa creare milioni di posti di lavoro ben pagati, tutelati dai sindacati, assicurare la competitività economica, far avanzare la giustizia ambientale e migliorare la salute e la sicurezza delle comunità in tutta l’America“. Viene ricordato che dal primo giorno di presidenza Biden ha mantenuto al promessa di far rientrare gli USA negli accordi di Parigi, sottolineando che l’annuncio del nuovo obiettivo di taglio di emissioni è il prodotto “della revisione approfondita” avviata dall’amministrazione in questi mesi per individuare “le migliori opportunità per contrastare i cambiamenti climatici già in atto“.
Gli Stati Uniti non stanno aspettando – conclude l’annuncio della Casa Bianca – i costi del ritardo sono troppo alti e la nostra nazione è determinata ad agire ora, i cambiamenti climatici costituiscono una minaccia esistenziale, ma rispondere a questa minaccia offre l’opportunità di rafforzare la comunità dei lavoratori americani“, perché “la creazione di posti di lavoro e l’affrontare i cambiamenti climatici possono procedere insieme“.