Meteo, il super tifone Surigae di categoria 5 è da record: venti di 305km/h e pressione centrale di 888hPa, è il ciclone tropicale più intenso mai registrato ad aprile

Meteo, Surigae ha subito un processo di intensificazione esplosiva da un tifone di categoria 1 con venti a 145km/h ad un mostro di categoria 5 con venti di 305km/h in appena 36 ore! Tutti i numeri di un ciclone tropicale da record

/

Il primo tifone della stagione nel Pacifico occidentale ha subito un tasso di intensificazione tale da portarlo ad essere un ciclone tropicale di categoria 5 da record. Il super tifone Surigae, infatti, ha raggiunto venti massimi di 305km/h con raffiche più forti, mentre la sua pressione centrale è piombata a 888hPa, un valore estremamente basso per qualsiasi sistema tropicale nel mondo (vedi mappe della gallery scorrevole in alto). Surigae ha subito un processo di intensificazione esplosiva da un tifone di categoria 1 con venti a 145km/h ad un mostro di categoria 5 con venti di 305km/h in appena 36 ore! Questo rappresenta oltre il doppio del tasso di intensificazione necessario per parlare di intensificazione esplosiva.

Surigae è diventato, dunque, il tifone più intenso mai registrato nel mese di aprile e anche il primo ciclone tropicale dell’emisfero settentrionale a raggiungere un’intensità al di sotto dei 900hPa prima dell’1 maggio, battendo il record precedente stabilito dal tifone Maysak nel 2015.

I fattori dietro questa evoluzione esplosiva

I principali fattori dietro alla formazione di questi cicloni tropicali esplosivi molto spesso sono le acque calde del mare e l’onda nota come Madden-Jullian Oscillation (MJO). Le temperature superficiali del Pacifico occidentale sono estremamente alte in questa primavera, raggiungendo circa +30°C. Queste condizioni oceaniche favoriscono fortemente l’intensificazione esplosiva di qualsiasi ciclone tropicale. Questo è il motivo principale per cui Surigae è esploso in un potente super tifone di categoria 5.

Un altro fattore che recentemente ha aumentato il potenziale per lo sviluppo di cicloni tropicali nel Pacifico occidentale è l’onda MJO, il più grande e più dominante elemento di variabilità tropicale a breve termine. L’onda MJO, forte e profonda, ha coinciso con temperature marine sopra la norma nel Pacifico occidentale, supportando una forte convezione nell’area in cui si è formato il super tifone Surigae.

Surigae è il primo ciclone tropicale di categoria 5 a verificarsi nel 2021. In un anno, in media, si verificano circa 18 sistemi tropicali che raggiungono la categoria 4 o 5 in tutto il mondo.

Le previsioni per le Filippine

Surigae rimane un sistema estremamente pericoloso, sebbene si preveda che il suo centro mancherà le Filippine. Il sistema, tuttavia, si sposterà a poche centinaia di chilometri dalle coste del Paese. Sulla base degli ultimi modelli, i settori settentrionali delle Filippine dovrebbero essere risparmiati dal peggior impatto di Surigae. I modelli suggeriscono che il super tifone virerà verso il mare più a nord, quindi le possibilità che colpisca direttamente i settori settentrionali di Luzon sono molto più basse ora. In ogni caso, sono ancora possibili forti venti, forti piogge con il potenziale di alluvioni e un pericoloso storm surge.