Vulcano La Soufriere, il pennacchio del 10 aprile ha raggiunto i 20km di altitudine: altra eruzione esplosiva a Saint Vincent, immagini spaventose

Le esplosioni del 10 aprile del vulcano La Soufriere sono state così energetiche che i pennacchi di gas e cenere hanno raggiunto i 20km di altitudine: emessi complessivamente circa 0,4-0,6 teragrammi di anidride solforosa nell’alta atmosfera

  • Credit:  Joshua Stevens / NASA Earth Observatory
    Credit: Joshua Stevens / NASA Earth Observatory
  • Credit:  Joshua Stevens / NASA Earth Observatory
    Credit: Joshua Stevens / NASA Earth Observatory
  • Credit: Richard Robertson, UWI-SRC
    Credit: Richard Robertson, UWI-SRC
  • Credit: Richard Robertson, UWI-SRC
    Credit: Richard Robertson, UWI-SRC
/
MeteoWeb

Dei 45 vulcani attualmente in eruzione sulla Terra, La Soufriere, sull’isola caraibica di Saint Vincent, è tra quelli che preoccupano di più i vulcanologi. A differenza della lava in lento movimento che è possibile ammirare dal vulcano Fagradalsfjall, in Islanda, La Soufriere ha uno stile eruttivo più imprevedibile ed esplosivo. Quello che è iniziato come un duomo di lava dal cratere sommitale nel dicembre 2020 si è trasformato in qualcosa di molto più pericoloso: diverse eruzioni esplosive a partire dal 9 aprile 2021.

Le esplosioni hanno provocato vasti pennacchi di gas vulcanici e cenere nell’atmosfera. Anche materiale surriscaldato ad alta densità è sceso lungo le pendici del vulcano episodicamente, in eventi noti come flussi piroclastici.

Le esplosioni del 10 aprile sono state così energetiche che il Multi-angle Imaging SpectroRadiometer (MISR) sul satellite Terra della NASA ha misurato parte del pennacchio ad un’altitudine fino a 20km (vedi mappe e foto della gallery scorrevole in alto). Verity Flower, vulcanologa del Goddard Space Flight Center della NASA,  afferma che l’eruzione ha portato ad una prolungata iniezione di particelle di aerosol solfati e cenere nella stratosfera (il limite tra troposfera e stratosfera a latitudini tropicali è a circa 18km). Flower e altri scienziati analizzano attentamente le emissioni che raggiungono la stratosfera perché le particelle possono durare molto più a lungo e viaggiare molto più velocemente rispetto a quando rimangono nella bassa troposfera.

I pennacchi vulcanici che raggiungono la stratosfera e vi restano possono iniziare ad esercitare un’influenza al raffreddamento sulle temperature globali. “L’idea attuale è che i vulcani devono iniettare almeno 5 teragrammi di anidride solforosa nella stratosfera per avere impatti climatici misurabili”, spiega Simon Carn, vulcanologo della Michigan Tech.

Dopo una settimana di eruzioni esplosive, le misurazioni satellitari dimostrano che La Soufriere ha portato circa 0,4-0,6 teragrammi di anidride solforosa nell’alta atmosfera. È già più di quanto qualsiasi altro vulcano caraibico abbia prodotto durante l’era satellitare. Questi numeri potrebbero crescere se l’eruzione continuasse. “Le eruzioni moderate sono molto più numerose di quelle enormi, quindi gli effetti cumulativi di tali eruzioni possono essere significativi nel tempo”, aggiunge Ralph Kahn, climatologo della NASA. L’ultima forte eruzione del vulcano La Soufriere è avvenuta intorno alle 20:49UTC di ieri, domenica 18 aprile (vedi video in fondo all’articolo). Si stima che il pennacchio di cenere abbia raggiunto un’altitudine di 3km e sia stato trascinato verso sud ed ovest.

Le misurazioni delle altezze e delle proprietà dei pennacchi vulcanici hanno implicazioni oltre il clima. MISR ha rilevato particelle molto grandi, non sferiche e che assorbono acqua, che sono indicative della cenere. “I pennacchi possono causare pericoli per l’aviazione e per la qualità dell’aria. L’altezza dell’iniezione è necessaria per inizializzare i modelli che prevedono l’evoluzione sottovento del pennacchio. Questo è particolarmente importante per gli aerei, che devono evitare la cenere”, spiega Kahn. Durante la prima settimana dell’eruzione, ci sono stati diffusi ritardi e cancellazioni di voli nei Caraibi proprio a causa della cenere.

Nuova eruzione esplosiva del vulcano La Soufriere [VIDEO]

Vulcano La Soufriere, le immagini di un grande lahar che si riversa in mare [VIDEO]

La terra arsa sulle pendici del vulcano La Soufriere [VIDEO]