Vulcano Pacaya, terminata l’attività eruttiva dopo quasi 3 mesi in Guatemala: i flussi di lava non avanzano più [VIDEO]

La fase eruttiva del vulcano Pacaya, in Guatemala, è considerata terminata: negli ultimi giorni, i flussi di lava non hanno mostrato avanzamenti

Il vulcano Pacaya, entrato in eruzione lo scorso 5 febbraio in Guatemala, ha terminato la sua attività eruttiva, dopo quasi 3 mesi in cui ha minacciato alcune località vicine, con la lava giunta a pochi metri dalle abitazioni. Attualmente presenta “alcune deboli esplosioni, poca cenere, abbondante vapore acqueo e gas di zolfo”, ha spiegato Emilio Barillas, portavoce dell’Istituto di Vulcanolgogia (Insivumeh) del Paese.

I fiumi di lava non hanno mostrato avanzamenti in nessuna direzione” negli ultimi giorni. “Si dichiara che la fase eruttiva è terminata. Le registrazioni delle stazioni sismiche ubicate intorno all’edificio vulcanico, le osservazioni sul campo e l’analisi delle immagini satellitari indicano che l’attività vulcanica si concentra di nuovo nel cratere Mackenney, per cui si prevede che nei prossimi giorni si continui ad osservare colonne di degassificazione e alcune esplosioni deboli-moderate”, comunica l’Insivumeh.

eruzione vulcano pacaya guatemala
Foto di Esteban Biba / Ansa

Dal 5 febbraio alla fine di aprile, decine di eruzioni hanno minacciato di far sparire una località in cui vivono 500 famiglie. Il vulcano Pacaya, nel sud-ovest del Guatemala, ha iniziato ad eruttare un fiume di lava che si avvicinava sempre più alla località di Patrocinio, minacciando anche San José El Rodeo. Il fiume di lava raggiunge i 3,8km di lunghezza (vedi video in fondo all’articolo).

All’inizio dell’eruzione, il vulcano ha presentato un comportamento principalmente esplosivo nelle prime settimane fino a metà marzo. In questa fase dell’attività, ci sono state ricadute di cenere e altro materiale vulcanico che hanno colpito le comunità sui versanti meridionali, occidentali e settentrionali del complesso vulcanico. A partire dal 20 marzo, l’attività è stata principalmente effusiva, provocando una fessura sul versante sudoccidentale del vulcano, dal quale sono fuoriusciti i flussi di lava. I parametri di monitoraggio strumentale indicano che l’attività sismica associata all’effusione dei flussi di lava è diminuita progressivamente dal 16 aprile.

Il grande flusso di lava generato dal vulcano Pacaya [VIDEO]