Continua l’attività dello Stromboli: livello di allerta arancione

“Continua l'attività effusiva” dello Stromboli “iniziata giorno 19 maggio dall'area craterica Nord": gli ultimi aggiornamenti

Continua l’attività effusiva” dello Stromboli “iniziata giorno 19 maggio dall’area craterica Nord che sembra essere meno alimentata. Il fronte si mantiene ad una quota media della Sciara del fuoco. Non si osservano specifiche variazioni all’attività stromboliana da entrambe le aree crateriche Nord e Centro Sud. Si evidenzia tuttavia che a causa della copertura nuvolosa le osservazioni dalle telecamere di sorveglianza sono discontinue”, comunica l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo.

L’andamento dell’ampiezza media del tremore vulcanico si mantiene su valori medi. Frequenza e ampiezza dei transienti riconducibili ad eventi esplosivi non mostrano variazioni significative. Le reti di monitoraggio delle deformazioni del suolo non mostrano alcuna variazione significativa”, conclude l’INGV.

Il livello di allerta è arancione a seguito del franamento del settore esterno di uno dei coni dell’area craterica Nord avvenuto il 19 maggio, che ha generato un flusso piroclastico lungo la Sciara del fuoco, propagatosi sulla superficie del mare per oltre un chilometro dalla linea di costa.