Coronavirus, da aprile il numero dei ricoverati è crollato in tutti i reparti ma l’anno scorso (senza vaccini) i numeri erano migliori

Coronavirus: focus su ricoverati con sintomi e in terapia intensiva in Italia, relativamente al periodo dal 1° aprile al 19 maggio 2021

Nel nuovo grafico “Ricoverati con sintomi e in terapia intensiva in Italia“, relativo al periodo dal 1° aprile 2021 a ieri, 19 maggio 2021, il dott. Luca Fusaro ha illustrato i dati dei ricoverati sia in terapia intensiva sia in area non critica per dare una visione immediata della riduzione di entrambi, utilizzando l’asse secondario o asse delle Z per i pazienti in terapia intensiva, elemento che evidenzia chiaramente la netta riduzione. Nel periodo preso in esame il massimo è stato per entrambi in data 6 aprile con 29.337 ricoverati con sintomi e 3.743 in terapia intensiva. Il minimo è stato raggiunto ieri, il 19 maggio, con 11.018 ricoverati con sintomi e 1.643 in terapia intensiva, in netto calo giorno dopo giorno.

Dando un’occhiata al 19 maggio 2020 vediamo inoltre che un anno fa i ricoverati con sintomi erano 9.991 e 716 i soggetti in terapia intensiva. Nonostante i vaccini, quindi, quest’anno seppur di poco abbiamo ancora più ricoverati rispetto alla stessa data dello scorso anno (e in modo particolare in terapia intensiva sono più del doppio rispetto allo stesso giorno di un anno fa).