Covid, virologo Menichetti: “Abbiamo un buon trend ma ancora è come se cadesse un aereo al giorno”

"Scendono i ricoveri in degenza ordinaria e in terapia intensiva: ma la cosa che dolorosamente persiste è la quotidiana sciagura aerea"

“Dalle riaperture del 26 aprile il trend è positivo su tutti i fronti, ma la cosa che dolorosamente persiste è la quotidiana sciagura aerea, cioè ogni giorno è come se cadesse un airbus: i morti continuano a essere tanti“. E’ quanto riferisce all’Adnkonos Salute il virologo Francesco Menichetti, primario di Malattie infettive all’ospedale di Pisa. Per il resto le cose vanno bene: “Scendono i ricoveri in degenza ordinaria e in terapia intensiva, diminuisce il numero degli infetti anche se – sottolinea il virologo – questo è influenzato da una riduzione del numero dei tamponi e in particolare preoccupa la riduzione dei tamponi molecolari. Stiamo attenti – ammonisce – che chi non cerca non trova”. Con la riduzione dei contagi “avremmo in teoria recuperato anche la capacita di tracciamento, ma – rileva Menichetti – siamo ancora indietro con una solida sorveglianza delle varianti perché il nostro non è un modello british, è un sistema molto puntiforme e questo è un handicap che dobbiamo colmare”.

“Uso della mascherina, distanziamento, lavaggio delle mani e aria aperta sono i must da seguire e non c’è una data in cui questi comportamenti vengono a decadere. Per me devono ancora essere consolidati e messaggi distonici vanno subito smentiti e condannati perché creano confusione. Ho sentito il viceministro Sileri che era stato sollecito nell’annunciare in una certa data la rimozione della mascherina, oggi lo ha detto il viceministro Costa, vuol dire che abbiamo troppi viceministri“, spiega ancora Menichetti. “Io rimango stupito e amareggiato – sottolinea – e invito alla prudenza e ad armonizzarsi col ministero e col Cts. Da tecnico non posso che concordare con la linea della prudenza ribadita dal ministro Speranza e – conclude – conoscendo Brusaferro e Rezza che sono colleghi non penso che il Cts darà un’indicazione del genere, non esiste”.