Distrutte di notte 70 arnie del giovane apicoltore Mattia Landra: parte la raccolta fondi per farlo ripartire

Secondo l'apicoltore Mattia Landra a distruggere decine di arnie potrebbe essere stato qualche 'collega invidioso'

Due notti fa qualcuno ha distrutto 70 arnie del giovane apicoltore Mattia Landra di Prazzo (Cuneo) in valle Maira, causando la morte di milioni di api e l’azzeramento per un anno della produzione dell’azienda biologica. E’ accaduto a Candia, nel Canavese, dove le arnie erano state appena trasferite dalla valle Maira per il periodo di fioritura dell’acacia.

Il proprietario del terreno ha avvisato dell’atto vandalico Landra, che a sua volta ha denunciato l’accaduto ai carabinieri, sospettando di qualche “collega invidioso” come ha spiegato: “Non sono ragazzate, ma un gesto mirato, anche perché l’altra notte pioveva. In passato erano successi piccoli dispetti tra apicoltori, ma questa volta hanno proprio voluto infierire”. E’ stata avviata una colletta di solidarietà online sulla piattaforma gofundme per l’apicoltore, ventenne: già raccolti oltre 3 mila euro, ma l’obiettivo per far ripartire l’azienda è di arrivare a 15 mila. Anche l’Uncem Piemonte ha espresso solidarietà al giovane imprenditore: “Fatto gravissimo. Indaghino le forze dell’ordine. Siamo vicini a Mattia, alla sua azienda agricola, alla famiglia”. 

Ecco la sottoscrizione per chi volesse aiutare Mattia e le sue api a ripartire: https://gofund.me/e9643123