Elon Musk rivela: “Ho la sindrome di Asperger”

Elon Musk, l'eccentrico patron di Tesla e SpaceX, durante Saturday Night Live, ha rivelato di soffrire della sindrome di Asperger

Elon Musk, l’eccentrico patron di Tesla e SpaceX, ha rivelato in diretta televisiva di soffrire della sindrome di Asperger, una particolare forma di autismo caratterizzata da difficoltà nelle interazioni sociali.
Musk, durante Saturday Night Live, si è vantato di essere la prima persona persona affetta dalla malattia ad essere stata invitata al programma, “o quanto meno la prima ad ammettere la malattia“: “So bene che dico o posto delle cose strane, ma è il modo in cui funziona il mio cervello. A tutti coloro che si sono potuti sentire offesi, dico: ho reinventato l’auto elettrica e invierò delle persone su Marte. Pensavate veramente che fossi un tipo rilassato e normale?

Che cos’è la sindrome di Asperger?

Elon MuskSi tratta di una condizione dello spettro autistico lieve, dunque una forma di autismo comunemente considerata un disturbo “ad alto funzionamento”. I sintomi di questa sindrome, la cui eziologia è ancora ignota, presentano una persistente compromissione delle interazioni sociali, schemi di comportamento ripetitivi e stereotipati, attività e interessi in alcuni casi ristretti.
Diversamente dall’autismo vero e proprio, in presenza di sindrome di Asperger non si verificano significativi ritardi nello sviluppo del linguaggio o nello sviluppo cognitivo. Alcuni sintomi di questa sindrome sono correlati ad altri disturbi, come ad esempio quello non verbale dell’apprendimento, la fobia sociale, il disturbo schizoide di personalità. La sindrome di Asperger non è diagnosticata solo per le caratteristiche proprie, ma anche per una vasta gamma di disturbi non dovuti alla sindrome in sé, come depressione, ansia, disturbo ossessivo-compulsivo.
Alla sindrome di Asperger è dedicata da qualche anno una giornata mondiale, la cui utilità è proprio quella di far conoscere la sindrome e di sensibilizzare società e istituzione verso questa patologia non sempre riconosciuta e riconoscibile. Si tratta di una forma di autismo che può essere curata e chi ne è affetto può condurre una vita normalissima, seguendo il giusto percorso.

Elon Musk, inventore e visionario

E’ innegabile l’impatto che nel corso degli ultimi anni l’imprenditore e inventore ha avuto sul panorama tecnologico, negli ambiti più disparati. Con SpaceX è riuscito a dar vita ad una delle più grandi aziende nell’ambiente aerospaziale nell’arco di pochi anni, non solo portandola a contratti multi-miliardari con la NASA e anche con la Air Force, ma anche consentendo innovazioni senza precedenti, ad esempio con i primi stadi dei razzi rientrati più volte sani e salvi a terra.
È fondatore, AD e CTO di Space Exploration Technologies Corporation (SpaceX), co-fondatore, CEO e product architect di Tesla e co-fondatore e CEO di Neuralink.
E’ presidente di SolarCity, fondatore di The Boring Company e co-fondatore di PayPal e OpenAI.
Tra gli ultimi successi ricordiamo la pietra miliare segnata sabato 30 maggio 2020: alle ore 21:22 (ora locale), è decollato dal PAD 39A del John F. Kennedy Space Center il razzo Falcon 9 con a bordo i due astronauti Bob Behnken e Douglas Hurley, il primo lancio spaziale statunitense della NASA, con astronauti americani, effettuato da un’azienda privata. Inoltre, tramite SpaceX, Elon Musk si è prefisso l’obiettivo di dare accesso a Internet a tutta la Terra grazie ai satelliti Starlink.