Eruzione Etna, aggiornamento INGV: cessata la fontana di lava, la nube eruttiva ha raggiunto 6500 metri di altezza

Eruzione dell'Etna: questa mattina la nube eruttiva ha raggiunto un’altezza di circa 6500 metri sul livello del mare

In riferimento al parossismo dell’Etna di questa mattina, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia-Osservatorio Etneo ha comunicato che “dalle ore 09:25 la fontana di lava al Cratere di Sud Est è cessata. L’analisi delle immagini di videosorveglianza mostra che la nube eruttiva ha raggiunto un’altezza di circa 6500 m sul livello del mare“.
Dalle ore 09:30 circa “si osserva un rapido decremento dell’ampiezza media del tremore vulcanico i cui valori attualmente sono su livelli medi con tendenza all’ulteriore decremento. Il centroide delle sorgenti del tremore vulcanico è localizzato nell’Area del Cratere di Sud Est ad una elevazione di circa 2900 m s.l.m“.
Dalle ore 09:10 circa “si osserva un rapido decremento dell’attività infrasonica che si è conclusa alle ore 09:35 circa.
L’analisi dei dati delle deformazioni del suolo evidenzia la stabilizzazione dei segnali clinometrici a partire dalle 09:30 circa, dopo la perturbazione che ha raggiunto un’ampiezza massima di circa 0.2 microradianti intorno alle 09:00. Non si evidenziano variazioni di rilievo dai segnali delle stazioni della rete GNSS“.