Eruzione Stromboli: anche oggi esplosioni con lancio di brandelli di lava, la colata lungo la Sciara del Fuoco è ancora alimentata

Stromboli, INGV: dalle telecamere di sorveglianza si osserva che la colata lungo la Sciara del Fuoco è ancora alimentata

/

Ieri, a partire dalle 14:47, le reti di monitoraggio dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia – Osservatorio Etneo (INGV-OE) hanno registrato un incremento dell’attività esplosiva dall’area craterica Nord dello Stromboli.
Pochi minuti dopo, “alle 14:51, il vulcano ha prodotto un flusso piroclastico che ha avuto origine dal collasso del fianco del cratere Nord. Il flusso ha raggiunto la linea di costa sviluppandosi in mare per oltre 1 chilometro, generando una nube di cenere che ha raggiunto un’altezza di circa 1.5-2 km s.l.m. Il flusso piroclastico è stato accompagnato da un trabocco lavico che si è riversato lungo la Sciara del Fuoco fino a raggiungere la linea di costa“: a ricostruire l’attività del vulcano delle Eolie, tra ieri e oggi, sono gli esperti INGV, sul blog INGVvulcani. “Altri flussi piroclastici di minore intensità si sono verificati a partire dalle ore 15:02 e sino alle 15:35 circa, producendo modeste nubi di cenere e materiale grossolano caldo che ha raggiunto la linea di costa,” ricordano i vulcanologi.
Nella pomeriggio di oggi, “dalle telecamere di sorveglianza si osserva che la colata lungo la Sciara del Fuoco è ancora alimentata. Inoltre continua l’attività di spattering (esplosioni con lancio di brandelli di lava) nel settore Nord e a tratti anche nel settore Centro-Sud. L’evoluzione dei fenomeni è seguita continuamente attraverso le reti di monitoraggio delle Sezioni dell’INGV di Catania, Osservatorio Etneo, di Napoli, Osservatorio Vesuviano, e di Palermo”.